Mobili ed elettrodomestici pagati la metà, come puoi usare il bonus per la casa 2021

La legge di bilancio ha confermato anche per il 2021 il bonus mobili ed elettrodomestici. Ecco come è possibile usufruirne.

bonus mobili ed elettrodomestici 2021

Il bonus casa per mobili ed elettrodomestici 2021 è collegato al bonus ristrutturazioni e consiste in una detrazione fiscale Irpef del 50% per l’acquisto di mobili o elettrodomestici almeno di classe A+ (A per i forni) destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. La nuova legge di bilancio ha alzato l’ammontare massimo di spesa per cui è possibile usufruire del bonus che passa da 10.000 a 16.000 euro. Il bonus può essere richiesto solo da chi esegue un intervento di ristrutturazione su un immobile. I lavori per la ristrutturazione non devono essere partiti da prima del 1 gennaio 2020, oppure, per acquisti effettuati nel 2020, i lavori non devono essere partiti prima del 1 gennaio 2019.

Leggi anche: Divorzio dopo 12 anni di matrimonio non consumato per volontà di lei, il marito costretto a pagare il mantenimento

bonus mobili ed elettrodomestici 2021

Per ottenere la detrazione fiscale del 50% del bonus mobili ed elettrodomestici 2021 è necessario indicare le spese sostenute per i lavori di ristrutturazione nella dichiarazione dei redditi, quindi tramite un modello 730 o modello Redditi persone fisiche, e spetta al contribuente che usufruisce della detrazione per le spese di intervento di recupero del patrimonio edilizio. Il bonus, quindi non può essere richiesto se il richiedente non ha pagato entrambe le spese di ristrutturazione e di acquisto dei mobili ed elettrodomestici. Per fare un esempio, se di una coppia a uno dei due coniugi sono intestate le spese dei lavori per la ristrutturazione dell’immobile e all’altro le spese dell’acquisto dei mobili e degli elettrodomestici, nessuno dei due potrà richiedere il bonus. Inoltre, per la richiesta del bonus mobili ed elettrodomestici 2021 è necessario che l’acquisto dei mobili ed elettrodomestici sia avvenuta successivamente all’inizio dei lavori di ristrutturazione.

Leggi anche: Rinegoziare il mutuo a condizioni più vantaggiose, si può fare: invia una raccomandata alla tua banca

A differenza di quanto detto nel Decreto Sostegni, il bonus mobili ed elettrodomestici 2021 non potrà essere richiesto sotto forma di cessione del credito o sconto in fattura. La possibilità era stata introdotta proprio con l’emendamento del decreto sostegni, ma poi non promossa dalla Ragioneria Generale di Stato.