Cani e gatti in casa, anche seppellirlo ha un costo

La morte di un animale domestico può essere traumatica come quella di un familiare, ma dopo la morte occorre dare sepoltura al corpo, e qui iniziano i problemi.

funerali per cani e gatti

Mentre negli Stati Uniti una disposizione del sindaco di New York permette di seppellire le ceneri di un animale cremato insieme al suo padrone nei cimiteri laici, in Italia non esiste ancora una legge nazionale per la sepoltura degli animali. La competenza in materia ricade alla Regioni, perciò ogni territorio da disposizione autonomamente per quanto riguarda la sepoltura di animali domestici, nonostante ci si rifaccia a disposizioni generali dell’Unione Europea. Alla morte di un animale domestico la sepoltura è una questione che scuote molto sia i padroni dell’animale che gli attivisti per i diritti degli animali stessi. In Italia, al netto delle disposizioni territoriali delle singole regioni, le possibilità per la sepoltura degli animali ci sono, ma hanno dei costi da considerare.

Leggi anche: Stai per essere sfrattato, come puoi opporti

La prima possibilità é quella di seppellire l’animale nel giardino di casa, e fin qui la questione è piuttosto semplice. La sepoltura di un animale in un terreno privato è consentita a meno che non vi sia una falda acquifera sottostante, in quel caso non è possibile seppellire l’animale. Non è consentito seppellire un animale in terreni comunali o del demanio pubblico, in caso di terreni condominiali o aiuole è necessaria l’approvazione di tutti i condomini. Le disposizioni da seguire sono poche: non è consentito seppellire la salma in un contenitore di plastica indistruttibile o di metallo, è necessario chiudere il corpo in una scatola di cartone o di altro materiale biodegradabile. L’alternativa sono i cimiteri per animali, che però presenta la problematica, spesso denunciata dagli attivisti, dei costi eccessivi. I cimiteri per animali richiedono versamenti molto alti e in anticipo per l’affitto del lotto di terreno dove seppellire l’animale e anche la lapide ha un costo da mettere in conto. Il presidente di Aidaa, Lorenzo Croce, spiega come il costo totale per una sepoltura per un animale nelle regioni dove i costi sono più alti, come Toscana, Umbria e Val D’Aosta, si arrivi a pagare fino a 4.000 euro.

Leggi anche: In pensione a 55 anni, e con 20 anni di contributi, il Governo ci sta pensando davvero

funerali per cani e gatti

Va decisamente meglio con il metodo della cremazione. Per questo è possibile affidare il corpo dell’animale a inceneritori pubblici o centri specializzati che in genere ritira a domicilio i resti dell’animale. Per il trasporto è richiesto un certificato del veterinario, che può essere anche incaricato di tenere la carcassa e prendersene cura fino al momento della cremazione, sempre presso un centro specializzato. Il processo in se costa tra i 50 e i 60 euro, mentre il certificato di morte tra i 25 e i 30 euro. Considerando anche l’acquisto dell’urna funeraria, cremare un animale morto costa complessivamente tra i 200 e i 500 euro. Ricordiamo che queste sono solo le regole di base, ma, come detto, ogni regione ha una sua disposizione in materia, ed è sempre meglio telefonare direttamente alla regione e chiedere per maggiori informazioni.