Pensioni basse, come avere sconti e bonus INPS per andare avanti

Non sempre si ha l’opportunità di avere pensioni adeguate. Ecco, quindi, come avere sconti e bonus per togliersi qualche sfizio.

(Pixabay)

Il problema delle pensioni è un argomento che tiene banco da molti anni nel nostro Paese. Dopo le numerose riforme messe in campo, una soluzione definitiva non sembra essere stata ancora trovata. Molti lavoratori, infatti, si ritrovano con pensioni piuttosto basse, che non soddisfano del tutto il costo della vita.

Tuttavia, l’età pensionabile è caratterizzata anche da una serie di agevolazioni che, se colte al tempo giusto, possono essere sicuramente un’opportunità per diminuire le spese o comunque ammortizzarle. Ecco, quindi, come avere sconti e bonus per togliersi qualche sfizio.

Come avere sconti e bonus quando si ha una pensione bassa

Andare in pensione è sicuramente un momento in cui, finalmente dopo anni di duro lavoro, si può godere di un reddito fisso e riposarsi dalle fatiche. Tuttavia, ci sono molte persone che ricevono una pensione a malapena sufficiente per andare avanti.

Ma coloro che raggiungono la tanto agognata pensione possono avere la possibilità di accedere a sconti e bonus che faciliterebbero la loro situazione economica. È possibile, infatti, usufruire di sconti sugli abbonamenti ai mezzi di trasporto, a convenzioni e prestiti, oltre che a bonus sulle bollette.

Bonus bollette

Tra le principali agevolazioni a cui possono accedere i pensionati c’è sicuramente il bonus bollette. Secondo il D.L. 21/2022, è stata ampliata la platea di famiglie che può accedere al bonus. Il valore ISEE utile all’accesso dell’agevolazione riguardo le bollette gas e luce è stato fissato a 12.000€, rispetto a quello precedente di 8.265€;

Prestiti convenzionati con l’Inps

I pensionati possono accedere ai prestiti garantiti dall’Inps. Questo viene concesso da alcune società finanziarie e banche autorizzate. Il prestito può avere durata quinquennale e prevede una restituzione in 60 rate mensili. Oppure può avere durata decennale, con restituzione in 120 rate mensili.

(Pixabay)

Il calcolo del prestito avviene mediante la moltiplicazione della quota cedibile, per il numero di rate mensili che corrispondono alla durata del prestito.

Sconti sull’Irpef

La legge prevede anche un’agevolazione riguardo l’Irpef. Secondo la legge di bilancio 2022, infatti, i redditi dei pensionati che arrivano a 8.500€ non devono pagare l’Irpef. Questo avviene per effetto dell’aumento della detrazione per i redditi da pensione da 1880 a 1995€.