Benzina lo sconto dura poco: meglio fare il pieno poco prima del 21 aprile

I tagli del carburante continueranno fino al 21 aprile. Dunque, lo sconto per la benzina durerà ancora solo 1 mese. Ecco cosa succederà

(Ansa/Daniel Dal Zennaro/Milano)

Finalmente è arrivato il tanto atteso taglio dei carburanti. Già nella giornata di ieri, infatti, il prezzo della benzina e del diesel nelle stazioni della benzina, con diminuzioni fino a 30 cent al litro. Ma i tagli del carburante continueranno fino al 21 aprile.

Il taglio delle accise, quindi, ci sarà ancora per un mese e c’è chi pensa di fare il pieno in vista del primo aprile. Questo perché il governo potrà ancora rideterminare le aliquote dei carburanti mediante un decreto ministeriale. Ecco quindi cosa succederà.

Tagli del carburante fino al 21 aprile, ecco cosa succederà

I tagli del carburante continueranno fino al 21 aprile 2022, questo perché una norma potrebbe dare la possibilità al governo di rimodulare le aliquote, affermano una proroga o un ampliamento degli sconti. Ecco quindi cosa potrebbe succedere.

Dopo il taglio dei prezzi di benzina e diesel, finalmente fare un pieno costerà circa 10/15€ in meno rispetto a soli due giorni fa. Secondo quanto successo ieri, IP, Tamoil, Q8 ed Eni hanno ridotto i prezzi di circa 30,5 centesimi al litro.

Ad oggi, quindi, il prezzo della benzina e del gasolio si è stabilizzato a circa 1,7€ al litro, mentre per quanto riguarda il prezzo del Gpl, questo si è assestato a 0,85€ al litro. Tuttavia, i ribassi sembrano essere ancora limitati, probabilmente a causa di ritardi nella comunicazione dei prezzi, espressa dai gestori al ministero.

(Ansa/Daniel Dal Zennaro/Milano)

Tuttavia, secondo quanto riporta oggi Today, lo sconto riferito al taglio della benzina sarà valido per appena un mese. Una “tregua”, quindi che durerà fino alla settimana di Pasqua, mentre quello che succederà dopo le festività è ancora un mistero.

Esiste una norma, infatti, che consentirebbe al Ministero di intervenire e rimodulare le aliquote, ampliando o prorogando gli sconti, mediante un decreto ministeriale. Dunque, ad oggi, non è ancora chiaro quali saranno le decisioni e le scelte da parte del Governo riguardo il taglio delle accise e la diminuzione del prezzo dei carburanti alla pompa.

Alla luce di questo, c’è già chi pensa a fare rifornimento in vista di un possibile aumento dei prezzi, con ritorno al listino di due giorni fa. Tuttavia, non si può ancora stabilire cosa succederà ai prezzi dopo il 21 aprile.