Bollette di luce e gas scendono, ma i nostri problemi non sono finiti

Bollette luce e gas: scendono ad aprile, ma le tariffe saranno più alte del normale, per un altro po’ di tempo. Parla il presidente dell’Arera.

Finalmente un’inversione di rotta! È da 18 mesi che gli italiani stanno aspettando un calo dei prezzi delle bollette di luce e gas. Arriverà nel secondo trimestre del 2022.

Bollette luce e gas, i prezzi scendono, ma c'è comunque da preoccuparsi
Le famiglie italiane potranno tirare un sospiro di sollievo. I prezzi delle bollette luce e gas scenderanno (Pixabay)

Ma i problemi non sono ancora terminati. Le tariffe rimarranno più alte del normale ancora per molto tempo. Il calo non è poi così elevato. È impensabile possa recuperare i costi esorbitanti dei mesi precedenti.

Ad ogni modo, siamo sulla buona strada per dare il via ad un nuovo trend. Tra gli aggiornamenti dell’Arera (Autorità di regolazione per energia reti e ambienti) ne è stato pubblicato uno, di recente, in cui viene dichiarato che nel mese di aprile i prezzi della luce e del gas scenderanno del 10,02%. Ovviamente, si tratta di una notizia più che positiva, ma cosa succederà esattamente nei prossimi mesi?

Bollette luce e gas: intervista a Stefano Basseghini

Per circa 6 milioni di imprese e 30 milioni di utenze domestiche, nel secondo trimestre del 2022, le bollette della luce e del gas saranno più leggere. In merito a questo discorso, vi riportiamo le domande poste al presidente dell’Arera, Stefano Basseghini, durante un’intervista per Money.it.

Bollette luce e gas, i prezzi scendono, ma c'è comunque da preoccuparsi
Come si evolveranno le cose tra qualche mese e il governo, con le recenti misure adottate come si sta muovendo? (Pixabay)

– Ad aprile scendono le bollette di luce e gas: a cosa è dovuto questo calo dei prezzi? – 

Basseghini risponde mettendo in evidenza un dato importante. Il fatto che i costi della luce si abbasseranno del 10,02% si lega alla diminuzione dei costi per l’acquisto dell’energia elettrica. Il governo ha previsto un azzeramento degli oneri generali per 3 miliardi di euro, nel secondo trimestre del 2022. Rispetto al tema del gas, i costi si abbasseranno del 10%. I motivi sono due: flessione in merito all’approvvigionamento del gas e azzeramento, da parte del governo, degli oneri di sistema (-8,8%). Ovviamente, in una situazione complicata come questa, tra pandemia e confitto Russia-Ucraina, le autorità stanno cercando di venire incontro ai consumatori, adottando misure straordinarie.

– Cosa succederà nei prossimi mesi? Si attende un ulteriore calo o i prezzi torneranno a crescere? –

A detta del presidente dell’Arera, si registreranno prezzi più alti della media degli ultimi anni per l’acquisto del gas naturale anche se le quotazioni forward dei prodotti energetici prevedono un rientro dalla crisi tra la fine del 2022 e il 2024.

– Il governo ha allargato il bonus sociale: quante persone usufruiranno sin da subito di questo allargamento e che impatto avrà realmente sulle famiglie? –

Stefano Basseghini dichiara che è previsto un rafforzamento del bonus luce e gas. Il governo ha stanziato ulteriori 400 milioni di euro. Con l’aumento della soglia del valore dell’ISEE, i soggetti aventi il diritto di richiedere il bonus sociale aumenteranno. Potranno riceverlo altre 12 milioni di famiglie. In totale saranno circa 5 milioni.

– È davvero aumentato il numero di famiglie che non riesce più a pagare le bollette? Quali sono i dati? –

Rispetto alla situazione in cui ci troviamo, Basseghini non può dire di no. Spera che le famiglie possano risollevarsi un po’ per fronteggiare i pagamenti, nonostante l’abbassamento delle bollette della luce e del gas.