Libretti, le Poste stanno procedendo alla chiusura. Come puoi salvare i tuoi soldi

Sta per essere avviata la chiusura automatica dei libretti postali. In tale contesto, scopriamo insieme di quali si tratta e come salvare i propri soldi ed evitare di perderli irrimediabilmente.

I possessori di libretti postali devono sapere che Poste Italiane sta per provvedere alla loro chiusura. Per questo, in molti si stanno chiedendo cosa bisogna fare per evitare di perdere il denaro. Oltre a ciò non è ancora chiaro quale tipologia di libretti stanno per essere chiusi.

Come accennato poc’anzi le Poste stanno procedendo alla chiusura dei libretti postali. In particolare, questo accadrà per una determinata tipologia di libretti, ossia quelli dormienti. Con questo termine, di fatti, si indicano tutti quei conti postali dove non si verificano da molto tempo movimenti. Non a caso, questa tipologia si caratterizza per il fatto che non sono stati effettuati movimenti, sia in entrata che in uscita, da 10 anni. Ad ogni modo, i soldi verranno spostati nel Fondo Consap, un fondo di Garanzia per i Mutui Prima Casa, istituito dal Ministero dell’Economia. Va precisato comunque che la chiusura non comporta l’automatica perdita dei fondi. In tal caso, infatti, è possibile rivendicarne la proprietà proprio a Poste.

Com’è ovvio, chi dovesse ricordarsi di avere aperto un libretto postale dove da tempo non effettua movimenti, deve affrettarsi a sistemare la sua posizione. Il termine ultimo per farlo è il 21 giugno 2022. Nel caso in cui non doveste ricordare se avete un libretto postale aperto o meno, potete recarvi sul sito di Poste dove si trova l’elenco dei libretti che stanno per essere chiusi o in alternativa recarvi presso uno degli uffici postali più vicino a casa. Una volta superato il predetto termine i libretti dormienti saranno chiusi e dunque i soldi presenti su di essi spostato nel fondo dapprima citato. Va detto tra le altre cose che per evitarne la chiusura basterà molto semplicemente eseguire delle operazioni di qualsiasi genere, in entrata o in uscita. Questa situazione riguarderà molti italiani dal momento che in molti ricorrono al libretto postale, un mezzo che si rivela molto utile in quanto ha l’obiettivo di raccogliere i risparmi di coloro i quali ne sono titolari.