Draghi ti promette 200 euro se ne guadagni meno di 35 mila

Arriva un bonus di 200 euro per coloro che guadagnano meno di 35mila euro all’anno, ma non solo: ecco le categorie coinvolte

(Ansa/Filippo Attili / Ufficio stampa)

A causa del conflitto in Ucraina e del caro energia, nel nostro Paese si è assistito ad un incremento costante del costo della vita. Gli importi delle bollette di luce e gas, infatti, sono aumentati in maniera vertiginosa e a questi sono seguiti le esplosioni di prezzo dei carburanti e delle materie prime.

Una crisi economica che ha impoverito ulteriormente il nostro Paese e che ha fortemente indebolito il potere d’acquisto dei cittadini. Tuttavia, per provare a far fronte al caro vita in Italia, il governo guidato da Mario Draghi ha promesso un bonus di 200 euro per coloro che guadagnano meno di 35mila euro all’anno. Ecco a chi spetta e come richiederlo.

Arriva il bonus di 200 euro. Ecco a chi spetta

Sembra essere intenzione di questo governo la volontà di affrontare di petto la crisi economica che sta attraversando il nostro Paese e gran parte dell’Europa. Il caro vita, infatti, ha colpito imprese, aziende e famiglie italiane che adesso fanno più fatica ad affrontare le spese relative all’energia e ai consumi.

Proprio per questo, infatti, il numero di famiglie italiane che risultano essere più povere rispetto all’anno scorso è aumentato sensibilmente a causa del continuo incremento dei prezzi dell’energia, delle materie prime e dei carburanti. Tuttavia, il governo sta cercando di impegnarsi come può per ammortizzare i costi: è notizia di oggi, infatti, la proroga della sospensione delle accise sui carburanti fino a luglio.

(Pixabay)

Tuttavia, l’intervento dell’esecutivo sui prezzi dei carburanti sembra non bastare e Mario Draghi è voluto intervenire sul caro vita stanziando un ulteriore bonus di 200 euro. Si tratta di un contributo pensato per lavoratori dipendenti e autonomi che percepiscono un reddito inferiore a 35 mila euro, ma non solo.

Il bonus, infatti, potrà essere richiesto anche dai pensionati con redditi bassi, in modo da permettere anche a loro di lottare contro il caro vita. La misura fa parte del decreto Aiuti approvato dall’esecutivo guidato da Mario Draghi il quale permette, appunto, di accedere a sussidi per far fronte alla difficile situazione economica.

Per accedere al bonus non è necessario fare alcuna domanda. I lavoratori dipendenti, infatti, riceveranno il bonus direttamente in busta paga tra il mese di giugno e luglio. Per quanto riguarda gli autonomi, invece, è prevista la creazione di un fondo apposito a breve.