Sostegni dal Governo, arriva un altro bonus senza ISEE

Sono tanti gli italiani che si trovano a dover fare i conti con una connessione internet lenta. A tal proposito è in arrivo un nuovo bonus per internet veloce. Scopriamo insieme a chi è rivolto e come ottenerlo

Quello in esame è un bonus che rientra tra le proposte relative al piano di banda larga messo a punto da Infratel, società pubblica gestita dal Ministero per lo Sviluppo economico, che è stato finanziato dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, con più di 600 milioni di euro. A tal proposito, sono in molti a chiedersi a chi è rivolto e soprattutto come fare per ottenerlo.

Internet veloce, un altro bonus senza ISEE

Nello specifico, quello in esame è un bonus internet veloce 2022 il cui importo è fissato a 300 euro e rivolto alle famiglie. Va precisato peraltro che per riuscire ad ottenerlo non sono previsti limiti di Isee e dunque non è previsto un tetto annuale da non superare in relazione al proprio reddito. A provvedere alla sua erogazione, sarà l’Infratel, società pubblica impegnata nell’attuazione del piano volto allo sviluppo della banda ultra larga. In particolare, si tratta di una sorta di voucher che le famiglie potranno utilizzare per l’attivazione dell’internet veloce. In poche parole, si tratta di uno sconto che sarà applicato sul costo relativo all’attivazione del servizio della banda ultra larga. Ciò detto, per avere accesso alla misura in esame bisogna aspettare ancora. Entro il termine fissato al 31 maggio, infatti, l’Infratel ha fatto sapere che ognuno potrà commentare il piano nonché proporre la sua idea inviando una mail all’indirizzo voucher@infratelitalia.it: questo significa che soltanto dopo tale termine sarà possibile sapere quando sarà erogato.

Ad ogni modo, il bonus sarà introdotto mediante un decreto del Ministero dello Sviluppo economico dove saranno presenti anche tutte le informazioni relative alla sua erogazione. In linea di massima, comunque, l’azienda pubblica di cui sopra ha fatto sapere che si tratta di uno sconto che sarebbe in grado di coprire fino anche alla metà del prezzo di un contratto. L’importo di 300 euro, di fatti, è stato stabilito proprio mediante l’analisi relativa ai costi conseguenti all’attivazione di internet veloce. Per quanto riguarda coloro a cui sarà rivolto, è molto probabile che tra i primi saranno le famiglie che si trovano a vivere in zone e aree del territorio nazionale che sono particolarmente svantaggiate per quanto concerne la copertura internet.