Bollette, fino a 199 euro in meno. E se serve uno sconto maggiore puoi fare domanda

Il governo decide di cambiare il bonus bollette e aumentare la platea dei beneficiari. Ecco chi potrà fare domanda

Il caro vita non accenna a sparire e i costi per energia, carburante e, soprattutto, bolletta, continuano a restare molto alti. Una situazione particolarmente difficile che vede moltissime famiglie in condizioni economiche molto complicate, tanto da far intervenire il governo italiano.

(Ansa)

L’esecutivo, infatti, ha deciso di intervenire sul bonus bollette, aumentando lo sconto per gas e luce e ampliando la platea dei beneficiari. Lo sconto sarà dunque rafforzato fino a 199 euro per famiglie: ecco chi potrà accedere e fare richiesta.

Aumenta lo sconto nel bonus bollette

Alla luce della difficile situazione economica causata dall’aumento dei prezzi in bolletta, il governo Draghi ha deciso di potenziare quello che viene chiamato bonus bollette, ampliando la platea dei beneficiari e potenziando lo sconto.

Per accedere all’agevolazione sarà necessario avere un Isee fino a 12mila euro, aumentato rispetto al precedente di 8.265 euro. Un modo per permettere ad un maggior numero di famiglie di accedere al bonus. Non cambierà, invece, la soglia Isee di 20mila euro per quelle famiglie che hanno almeno 4 figli a carico.

Sul fronte luce, per quelle famiglie con fino a due componenti è previsto un bonus ordinario e una compensazione integrativa, fino al 30 giugno, che produrranno uno sconto in bolletta di 141,05€; mentre sarà di 170,17€ per le famiglie composte da 3/4 membri. Le famiglie con più di quattro persone in famiglia, invece, riceveranno uno sconto fino a 199,29€.

(Ansa/Guido Montani Fargna)

Per quanto riguarda, invece, il gas, lo sconto cambia in base alla categoria d’uso associata alla fornitura di gas, oltre al numero di membri della famiglia e della zona climatica di appartenenza del punto di fornitura. Le famiglie composte fino a 4 membri riceveranno una compensazione di 28,21€ per acqua cada sanitaria e uso cottura (zona climatica dalla A alla F). Per quanto riguarda, invece l’acqua calda sanitaria e/o uso cottura+ riscaldamento, le compensazioni saranno le seguenti:

  • 19,11€ per le zone climatiche A/B;
  • 28,21€ per la zona C;
  • 44,59€ per la zona D;
  • 50,05€ per la zona E;
  • 99,19€ per la zona F.

Per quanto riguarda le famiglie con più di 4 componenti, la maggiorazione sarà di 49,14€ per acqua calda sanitaria e/o cottura. Anche in questo caso, dipenderà dalle zone l’importo relativo all’utilizzo di acqua calda+riscaldamento:

  • 36,40€ per le zone climatiche A/B;
  • 50,05€ per la zona C;
  • 71,89€ per la zona D;
  • 81,09€ per la zona E;
  • 146,51€ per la zona F.