Bonus 200 euro, chi sono gli esclusi

Sta per arrivare il bonus da 200 euro introdotto dal Governo Draghi. A tal proposito, scopriamo insieme chi sono gli esclusi.

Il bonus da 200 euro è stato pensato dal Governo Draghi per dare un concreto aiuto alle famiglie italiane che si trovano a dover fare conti con una crisi energetica che non ha precedenti. L’importo in questione, di fatti, dovrebbe andare a dare una boccata d’ossigeno a quanti si vedono addossarsi gli aumenti del costo delle bollette così come delle materie prime alimentari.

Bonus 200 euro, chi sono gli esclusi

In un simile contesto, però, va detto che sono alcune categorie che purtroppo resteranno escluse dal predetto bonus. Tra queste, ad esempio, ci sono quelle degli inattivi e degli inoccupati a differenza dei disoccupati che invece potranno beneficiarne. Non tutti sanno poi che ad essere esclusi saranno anche i percettori del Reddito di Cittadinanza. A tal proposito va detto però che si tratta soltanto di coloro che hanno già percepito il bonus. Questo accade poiché il bonus da 200 euro pensato dal Governo non può essere erogato due volte.

Bonus 200 euro, chi sono gli esclusi

Alla luce di quanto appena detto, nel complesso la platea di coloro che avranno diritto alla misura in esame è di circa 32milioni di italiani. Di conseguenza, è chiaro che il numero degli esclusi sarà piuttosto consistente. Ciò detto, può essere utile ricordare che tra i beneficiari ci sono i pensionati, i lavoratori dipendenti e autonomi nonché i lavoratori stagionali e i collaboratori domestici. Oltre ad essi, ci sono anche i disoccupati e i percettori del reddito di cittadinanza eccetto nel caso sopra descritto. Uno dei requisiti fondamentali è rappresentato dall’Isee che non deve superare i 35mila euro all’anno.  Ciò detto, si tratta sicuramente di un bonus che per molti rappresenta un’ancora di salvezza alal quale aggrapparsi. A partire dal 24 febbraio, infatti, giorno dell’invasione dell’Ucraina da parte delle truppe russe, si è assistito ad un aumento dei prezzi davvero impressionante. Oltre alle materie energetiche poi si è avuto anche un aumento dei costi relativi ai beni di prima necessità. Di conseguenza, non resta che sperare che quella in esame sia soltanto una delle tante misure che il Governo metterà in atto per sostenere le famiglie in difficoltà economiche.