Bonus in arrivo e quelli che stai per perdere, ecco la lista aggiornata

Il 2022 si sta rivelando un anno particolarmente difficile. In un periodo di forte disagio economico vengono in nostro soccorso i bonus del Governo. Ecco quali si possono ottenere nel 2022.

I molti bonus messi in campo del Governo Draghi nel 2022 servono a bilanciare l’aumento spaventoso delle spese di quest’anno. Approfittare di questi bonus è necessario, così come sapere quali sono e come possono essere ottenuti.

Si cerca, con una serie di aiuti di Stato, di controbilanciare l’aumento dei prezzi portato dall’inflazione e dall’aumento del costo del carburante. Tutte conseguenze, queste, dalla guerra che si sta combattendo adesso in Ucraina. Contro l’iperinflazione, il rincaro delle bollette energetiche e la crisi dei carburanti, il Governo ha previsto degli interventi per tutti. Si tratta di aiuti statali accessibili a prescindere dal reddito, in modo da equiparare tutti i cittadini e permettere a tutti di avere la loro parte.

Il primo bonus è quello una tantum di 200 euro. Primo per importanza, il bonus di 200 euro di giugno e luglio è il portabandiera di questa nuova ondata di aiuti di Stato. Il bonus sarà accreditato tra giugno e luglio e disponibile per:

  • Tutti i lavoratori dipendenti pubblici e privati;
  • Lavoratori stagionali;
  • Lavoratori in cassa integrazione a Zero Ore;
  • Percettori del Reddito di Cittadinanza;
  • Collaboratori domestici;
  • Disoccupati;
  • Partite IVA.

Inizialmente presentato come un bonus accessibile tramite dichiarazione ISEE, indiscrezioni semi-ufficiali indicano che per ottenere il bonus sia necessaria non la dichairazione ISEE, ma la dichiarazione dei redditi. Il bonus è infatti disponibile solo a chi ha un reddito inferiore a 35.000 euro l’anno.

Un altro importante bonus per questo periodo è il rinnovato bonus benzina. Il bonus da 200 euro concesso alle aziende per il pagamento della benzina dei propri dipententi è stato affiancato da un nuovo fringe benefit fino a 450 euro. Questo in modo da estendere il bonus benzina a tutti coloro che possono accedere ai fringe benefit, in questo caso di 250 euro. Ricordiamo, infatti, che il bonus benzina non è disponibile per i lavoratori dipendenti o autonomi. Si continua poi con il molto discusso Superbonus 110%, che nonostante le problematiche, rimane il più importante aiuto di stato in termini edilizi.