Legge 104, perchè puoi avere uno sconto sulla benzina

Il Governo introduce la possibilità di un nuovo sconto per i tutelati dalla Legge 104. Le catene di distributori possono aderire e permettere di far pagare di meno.

L’iniziativa prende il nome di “self per tutti” e vuole essere un altro aiuto contro il rincaro della benzina. Le catene di distributori aderenti faranno in modo che il carburante costi meno agli invalidi e ai malati.

L’iniziativa, lanciata nel 2020, acquista oggi ancora più valore. Più nel dettaglio, lo sconto benzina 104 si concretizza nella possibilità di ricevere il rifornimento con l’assistenza del personale anche presso le colonnine di distribuzione self-service, ma al prezzo di un normale self-service anziché servito. In pratica uno sconto che permette di eliminare il costo del servito per chi è tutelato dalla Legge 104.

I distributori aderenti a questa iniziativa in Italia sono più di 430, sparsi per tutto il territorio nazionale, sia sulla rete stradale che su quella autostradale. I marchi aderenti, in particolare sono Eni, Q8 e Tamoil. Per poter accedere allo sconto benzina 104 è sufficiente recarsi presso una delle stazioni di distribuzione. Il personale fornirà l’assistenza necessaria al prezzo che si confà al servizio self-service della stazione. Il personale potrà verificare lo stato di disabilità e quindi procedere con il servizio previsto dall’iniziativa. Da precisare come lo sconto venga applicato anche quando non è il disabile stesso alla guida del veicolo, ma sia solo un passeggero.

Lo sconto benzina 104, quindi, non è altro che un self-service servito. Il risparmio totale per i tutelati dalla legge 104 grazie a questo sconto sarà di appena 10 centesimi al litro, a fronte degli ormai più di 2 euro al litro di costo che il carburante ha raggiunto nell’ultimo periodo. Si tratta di un aiuto minimo, ma comunque apprezzato in un periodo storico in cui il costo della benzina, complici fattori esterni, ha raggiunto vette impensabili. I distributori aderenti all’iniziativa del “self per tutti” saranno riconoscibili grazie all’apposito cartello recante il nome dell’iniziativa stessa.