Mutuo, perché la rata mensile salirà drasticamente

Prevista una stangata per l’acquisto delle case, ecco perché è il costo della rata del mutuo salirà drasticamente

La situazione socioeconomica che il nostro Paese, e tutta Europa, sta attraversando non accenna a finire, anzi. I traumi post-covid e ora il conflitto in Ucraina scatenato dalla Russia sta producendo un impoverimento delle popolazioni, a causa dell’aumento dei prezzi.

(Ansa)

In Europa, infatti, l’inflazione dilaga e l’economia potrebbe risentirne a breve. Ad intervenire è stata la stessa Bce che ha deciso di aumentare i tassi di interesse per porre rimedio il prima possibile, ma a breve potremo assistere ad un aumento del costo della rata del mutuo. Ecco perché.

Aumenta la rata del mutuo

Nonostante i pochi ottimisti rimasti, fino a qualche giorno fa, erano più che sicuri sulla stabilità dei mutui a tasso variabile, purtroppo anche in questo caso c’è da rimanere delusi. Al contrario dei mutui a tasso fisso, quelli a tassi variabili avevano evitato di salire a causa degli interessi di mercato.

Tuttavia, il contesto è cambiato rapidamente e la crisi che stiamo vivendo ha coinvolto, alla fine, anche i titolari di un mutuo a tasso variabile. Euribor a 6 mesi si trovava al di sotto del -0.5% nel 2022, ora è oltre lo 0,2%, quasi 0,3%: una situazione che non si manifestava dal 2015.

Prendendo ad esempio altri riferimenti, l’Eurirs a 25 anni ha visto un aumento che lo ha portato fino al 2%. Numeri che fanno rabbrividire se si pensa che, ad inizio anno, si trovava a quota 0,57%. Questo vuol dire che, con uno spread dello 0,5%, il cittadino pagherebbe una rata mensile di circa 622 euro, rispetto alla precedente di 528 euro: un aumento, dunque, di quasi 100 euro.

(Ansa/SEM VAN DER WAL/AMSTERDAM)

A causa dell’aumento del costo del denaro annunciato dalla Bce , ci saranno quindi conseguenze pesanti anche per la rata del mutuo, come abbiamo appena visto. La decisione ha definitivamente sancito l’addio al periodo di tassi di interesse negativi per l’Unione Europea. Inoltre, si prevede già a settembre un ulteriore aumento dei tassi di interesse di circa mezzo punto.

L’aumento dei tassi di interesse è dovuto alla difficile situazione economica che sta vivendo il nostro Paese: Faremo in modo che l’inflazione – ha detto Lagarde nei giorni scorsi – torni all’obiettivo del 2%”.