Quattordicesima mensilità, quando arriveranno i pagamenti

Ecco quando è previsto l’arrivo dei pagamenti relativi alla quattordicesima mensilità e a chi spetta: il calendario

La quattordicesima mensilità è una prestazione economica che spetta di diritto ad alcune categorie di lavoratori o pensionati. Si tratta del diritto di ricevere uno stipendio o un assegno aggiuntivo, rispetto alla normale quantità prevista.

(Ansa)

Il periodo in cui viene pagata la quattordicesima mensilità è quello che intercorre tra giugno e luglio, ma non per tutti avviene allo stesso modo e nelle medesime tempistiche. Ecco, quindi, quando è previsto l’arrivo dei pagamenti della quattordicesima e a chi spetta.

Quando arrivano i pagamenti della quattordicesima

Giugno e luglio è il periodo dell’anno in cui è previsto il pagamento della quattordicesima mensilità per i lavoratori dipendenti, ma non per tutti. La quattordicesima è una prestazione economica “extra” che spetta solo ad alcune categorie di lavoratori, secondo quanto stabilito dal contratto collettivo nazionale.

La quattordicesima mensilità, ad esempio non è prevista per i dipendenti pubblici ed è regolata dalla contrattazione collettiva. Tuttavia, esistono anche altre prestazioni economiche che potrebbero compensare a questa opzione, come i premi produttività.

Tra coloro che hanno diritto a ricevere la quattordicesima ci sono i dipendenti del commercio, del turismo, del settore terziario e tutti coloro che “rispondono” ad un contratto collettivo nazionale alimentare. Ma possono accedere alla quattordicesima anche operai agricoli e florovivaisti, autotrasportatori e operai nel settore della pulizia.

(Ansa)

Da non confondere, quindi, con la tredicesima mensilità, la quattordicesima non spetta di diritto ai lavoratori dell’amministrazione pubblica, ma anche a lavoratori bancari, del tessile, metalmeccanici e lavoratori domestici.

Oltre a stabilire quali saranno le categorie di lavoratori interessati alla quattordicesima mensilità, il contratto collettivo nazionale del lavoro stabilisce anche quelle che sono le tempistiche di pagamento. Per alcune tipologie di lavoratori, infatti, il contratto stabilisce che la quota dovrà essere pagata entro il mese di giugno, mentre per altre categorie lo stipendio aggiuntivo dovrà essere erogato entro il mese di luglio, in ogni caso, è lasciato un margine di tempo al datore di lavoro.

È importante sapere, inoltre, che la quattordicesima (nel caso sia prevista all’interno del contratto collettivo per la rispettiva categoria lavorativa) è obbligatoria. Dunque, il datore di lavoro potrebbe andare in contro a complicazioni legali.