Salario minimo, che peso avrà sul tuo stipendio

L’Unione Europea ha finalmente approvato la direttiva sul salario minimo. Ecco cosa potrebbe cambiare anche sul tuo stipendio

È arrivata la decisione, dopo un’estenuante trattativa, da parte dell’Unione Europea sull’intesa riguardo la nuova direttiva che introdurrà il salario minimo. La proposta è stata accolta con grande entusiasmo da parte di molti cittadini e potrebbe essere l’inizio di un grande progresso, ma è necessario rimanere con i piedi per terra.

(Pixabay)

Il percorso che potrebbe portare ad un’effettiva attuazione del salario minimo per i dipendenti di tutti i Paesi europei sarà piuttosto lungo, ma potrebbero esserci dei cambiamenti già nel breve/medio periodo, anche per il nostro Paese. Ecco quale pesò avrà il salario minimo sul tuo stipendio.

Salario minimo e stipendi, ecco cosa potrebbe cambiare

Dopo l’approvazione della direttiva da parte dell’Unione Europea, il salario minimo è un tema che è tornato al centro del dibattito del nostro Paese (e non solo). Già da molti anni, infatti, si parla di questa riforma che potrebbe garantire uno stipendio minimo ai lavoratori.

Il maggior obiettivo della direttiva, infatti, è quello che di evitare una volta per tutte che nei Paesi dell’Unione ci siano lavori sottopagati. Tuttavia, in molti sono piuttosto scettici su quelle che potrebbero essere le effettive attuazioni di questa misura, ritenendo la scelta del salario minimo troppo ambiziosa per gli attuali tempi che corrono.

C’è, inoltre, chi sta facendo analisi su quelli che potrebbero essere eventuali effetti negativi che il salario minimo potrebbe avere sullo stipendio. Secondo alcuni, infatti, l’introduzione del salario minimo potrebbe trasformarsi in poco tempo in una misura molto simile a quella prevista dal Reddito di Cittadinanza.

(ANSA/JULIEN WARNAND/Strasbourg)

Con l’introduzione del salario minimo, infatti, si punta a fare in modo che nessuno prenda meno di mille euro di stipendio se lavora in uno dei Paesi europei. Questo in quanto la direttiva interverrebbe direttamente sulla paga oraria, aumentandola considerevolmente.

L’obiettivo, infatti, è quello di alzare la paga a 9 euro l’ora. Se ciò avvenisse davvero, vorrebbe dire che non dovrebbero esserci più stipendio al di sotto della soglia di 1.000 euro al mese. Con una paga di 9 euro l’ora, infatti, tutti gli stipendi (stipulati legalmente) sarebbero infatti di poco superiori a 1.000 euro.