Paghi e vinci, così la lotteria degli scontrini diventa istantanea

La lotteria degli scontrini è una delle introduzioni per combattere l’evasione fiscale e spingere gli italiani ad utilizzare pagamenti elettronici. Al contrario del Caashback di stato, questa misura sopravvive.

Ci sono voluti molti mesi, ma alla fine si è arrivati ad una quadra sulle sorti della lotteria degli scontrini. La misura introdotta nel 2021 ha avuto non pochi problemi di attuazione, visto quanto fosse problematico l’invio dei dati da patte delle piccole attività.

La commissione Affati costituzionali e Istruzione del Senato ha promosso nella notte un emendamento al PNRR riguardante la lotteria degli scontrini. La misure che in molti credevano morta e dimenticata, in realtà è sempre stata tenuta in considerazione e presto tornerà a farsi sentire. Un cambio importante sarà fatto al testo che regola questa misura, in particolare sarà resa più semplice da mettere in pratica e più immediata sia per gli esercenti, sia per i consumatori.

L’emendamento prevede la trasformazione della lotteria degli scontrini nella sua modalità istantanea. Questo significa che ai partecipanti è data la possibilità di vedere immediatamente se hanno vinto. Per partecipare è necessario che l’acquirente all’acquisto effettuato con metodo di pagamento elettronico di cui è titolare il proprio codice lotteria, individuato dal provvedimento del direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli. Questo rende la lotteria degli scontrini istantanea, con l’acquirente che saprà immediatamente se ha vinto tramite il suo scontrino e, nel caso, l’importo della vincita. In un certo senso la lotteria degli scontrini si trasforma in qualcosa di simile ad un gratta e vinci.

Il cambiamento della lotteria degli scontrini è stato anticipato il mese scorso dal sottosegretario al MEF, Federico Freni, che ha parlato di una norma già scritta e concordata da tempo, nonché essenziale. Il cambiamento della lotteria degli scontrini in modalità istantanea era in cantiere da diverso tempo. Già alla fine del 2021 lo stesso Freni dava l’annuncio del completamento delle trattative per le modifiche alla norma, che tuttavia saranno attive solo da oggi. Ciò che non cambierà è l’obbligo per gli utenti di registrarsi alla lotteria degli scontrini tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate, accedendo con le proprie credenziali SPID, CIE o CNS.