Emergenza siccità, arriva l’Esercito e le autobotti

In Italia si sta profilando un grosso problema di siccità. Ci aspetta un’estate da record per quanto riguarda le temperature e molti territori sono in forte rischio. Si rende necessario l’intervento dell’esercito.

Sono stati resi necessari gli interventi di esercito e protezione civile per aiutare con il problema della siccità. In particolare a nord, ma generalmente in tutta Italia si sta verificando una ondata di caldo anomalo per l’estate, ma sopratutto a preoccupare è la quasi totale assenza di precipitazioni.

I fiumi sono in secca, le piantagioni stanno soffrendo e si comincia ad essere preoccupati per l’acqua potabile. Questi sono solo alcuni dei problemi che la siccità di questi mesi sta portando in Italia. Alcune regioni, sopratutto nel nord Italia, hanno chiamato lo stato di emergenza per l’agricoltura, che sta vedendo una fase di grossa difficoltà. Questo a causa della coincidenza della siccità e degli aumenti della benzina.

Dato questo grosso problema climatico, il Governo ha deciso di dare via libera alla Protezione Civile per il coordinamento dell’emergenza siccità. In extremis, il Ministero delle Politiche Agricole ha annunciato che lo stato di emergenza nazionale sarà dichiarato se il danno all’agricoltura provocato dalla siccità superi il 30% della produzione lorda vendibile. Si tratterebbe di misure senza precendeti che mostra il quadro di una situazione senza precedenti. Per l’Italia questa è l’estate più calda dal 2003, storicamente ricordato come l’anno più caldo della storia recente. I danni più ingenti sono nel bacino del Po’, dove molte coltivazioni stanno soffrendo della poca acqua che è rimasta del grande fiume, ad uno dei suoi livelli di acqua più bassi che si ricordino.

L’abbassamento del livello dell’acqua dolce del fiume sta inoltre facendo si che il fiume stesso non abbia la forza di corrente necessaria per portarsi fino al mare. Per questo motivo il cuneo salino, ovvero la parte del fiume più vicina al mare, caratterizzata da acqua salata, stà salendo moltissimo negli ultimi giorni. Questo rende l’acqua del fiume inservibile in agricoltura. Per il momento non sembrano esserci rischi per quanto riguarda l’acqua potabile, ma la tensione per la possibilità di non avere acqua da bere è molto alta.

Impostazioni privacy