Ferie e soldi mancanti, come capire subito se ti stanno giocando un brutto tiro

Sono tante le voci da controllare in busta paga da parte del lavoratore. Quelle più importanti sono quelle relativo alla retribuzione mensile ed ai permessi e ferie maturate nel corso di ogni mese lavorato.

La busta paga è un prospetto che indica la somma percepita dal lavoratore come compenso per un determinato periodo di lavoro. In generale i contratti collettivi impongono di erogare la paga entro o il giorno 27 del mese o entro il giorno 5 del mese successivo a quello cui la retribuzione si riferisce. In questo documento obbligatorio che il datore di lavoro deve consegnare mensilmente al dipendente ci sono tante voci da controllare. Tra queste ci sono quelle relative ai giorni lavorati ed alle ferie.

Busta paga: come controllare lo stipendio?

Questo prospetto mensile consente al lavoratore di verificare che il proprio stipendio sia in linea con quanto previsto dal contratto individuale di lavoro e dal Contratto Collettivo Nazionale. Grazie a questo documento inoltre egli ha la possibilità di controllare lo stipendio netto, il lordo, le ore di lavoro svolte, le ferie, i permessi, quanti giorni di ferie abbiamo ancora a disposizione e l’ammontare dei contributi previdenziali versati dal datore di lavoro a fini pensionistici.

Per controllare la retribuzione mensile bisogna guardare la parte centrale della busta paga dove troviamo le seguenti diciture:

  • paga base (o minimo tabellare) stabilito dal C.C.N.L, tenendo conto della categoria e della qualifica del lavoratore;
  • scatti di anzianità (aumenti periodici stabiliti dai contratti collettivi);
  • indennità di contingenza, prevista per compensare la perdita di potere d’acquisto delle retribuzioni;
  • superminimi: aumento legati a meriti specifici o previsti dagli accordi sindacali
  • E.D.R. (Elemento Distinto della Retribuzione) ossia una somma mensile fissa di € 10,33 per tredici mensilità prevista per tutti i lavoratori privati.

Come controllare ferie sulla busta paga?

La voce dedicata a permessi e ferie in busta paga si trovano in basso subito dopo INAIL e IRPEF.  Per avere ben chiari i punti che consentono di analizzare la sezione ferie bisogna comprendere le diciture presenti in quest’area:

  • Ferie: qui troviamo le ferie che spettano di diritto al lavoratore;
  • Permessi ed ex festività
  • ROL: permessi per riduzione oraria
  • Residui AP: si riferisce alle ferie non godute negli anni scorsi.