Un nuovo bonus prima che sia tardi. Cosa devi sapere

Prima che cada il governo a causa della crisi, è necessario sapere che è possibile accedere ad un nuovo bonus. Ecco di cosa stiamo parlando

Le tensioni al governo sono arrivate ai massimi livelli quando, nella giornata di ieri giovedì 14 luglio, il premier Draghi ha rassegnato le dimissioni. Nonostante queste siano state rifiutate (almeno fino a mercoledì) si capisce bene quanto la maggioranza sia instabile e prossima a cedere in favore di nuove elezioni o di un governo che “traghetti” il parlamento a fine legislatura.

(Ansa/Giorgio Onorati)

Tuttavia, è necessario che la burocrazia continui a funzionare e che gli incentivi e le possibilità previste dal sistema di Welfare del nostro Paese presentino ancora la possibilità di essere usufruite. Prima che cada il governo a causa della crisi, infatti, è necessario sapere che è possibile accedere ad un nuovo bonus. Ecco di cosa stiamo parlando.

Ecco il nuovo bonus a cui accedere il prima possibile

Si tratta del nuovo bonus asili nido, quale sarà disponibile anche per il 2022 e per cui i fondi sono abbastanza limitati. Grazie al suo rinnovo, i cittadini potranno accedere alla misura anche durante il 2022. Il bonus prevede un’agevolazione di 3.000 euro (inizialmente prevedeva un’agevolazione di soli 1.000 euro) per le famiglie che intendono sostenere le spese dei propri figli relative alle rette degli asili o ai servizi di assistenza domiciliare.

Nonostante le tensioni che hanno attualmente coinvolto il governo, è possibile accedere al bonus facendo richiesta durante il 2022. Per ricevere il bonus, infatti, è necessario inoltrare la domanda entro il 31 dicembre 2022, tenendo presente però che i fondi disponibili ammontano solo a 553,8 milioni di euro. Questi verranno assegnati in base all’ordine di presentazione della richiesta: dunque è necessario fare presto.

(Ansa)

Possono richiedere il bonus genitori (anche in affidamento) di bambini che hanno massimo tre anni entro il mese di agosto 2022. Nel caso ci fosse un numero superiore di figli (i quali non hanno ancora compiuto i 3 anni di età entro il mese di agosto), i genitori potranno inviare tante domande quanto sono i figli a carico.

Come dicevamo prima, il bonus ammonta ad un massimo di 3.000 euro suddiviso in 11 mensilità, calcolato in base all’Isee del nucleo familiare nel seguente modo:

  • 3000 euro per Isee fino a 25.000 euro;
  • 2500 euro per Isee da 25.001 a 40.000 euro;
  • 1500 euro per Isee superiore a 40.001 euro.