Isee, quali sono i documenti necessari per ottenere i bonus

Il documento ISEE è spesso requisito fondamentale per poter accedere ai sussidi statali. Ottenere il documento è un processo che richiede tempo. Le indicazioni dell’INPS spiegano quanto di preciso.

Il modello ISEE è un documento che riporta tutta la situazione economica di un nucleo familiare. Un documento in cui vengono dichiarati i redditi di tutti i componenti della famiglia, il loro patrimonio e ogni altro elemento collegato alla situazione economica.

Il documento è molto importante per poter accedere a tutti quei sussidi e a quelle agevolazioni basate sul reddito che lo Stato mette a disposizione, e che non possono essere ottenute se si è sopra a un certo livello del documento ISEE. Sussidi e agevolazioni come il Reddito di Cittadinanza, l’assegno unico universale per i figli a carico e molti bonus dipendono dal valore del modello ISEE.

Ottenere il modello ISEE è quindi essenziale per accedere ai bonus, ma ottenerlo è un processo che richiede del tempo. Per ottenere il modello ISEE è necessario presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica, documento che contiene i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali del nucleo familiare. La DSU può essere presentata:

  • Presso il proprio comune di residenza;
  • All’ente che eroga la prestazione sociale agevolata;
  • Presso un CAF;
  • All’INPS in via telematica, tramite le sedi INPS sul territorio dotate di postazioni automatice self-service.

Una volta presentata la DSU, questa verrà controllata dall’INPS e le sue informazioni, autodichiarate del contributente, verranno incrociate con quelle in possesso dell’Ente di Previdenza Sociale presenti nei suoi archivi. Una volta completati questi controlli l’INPS procede al calcolo dell’ISEE del richiedente. Il processo si completa in 10 giorni lavorativi.

Il contribuente potrà accedere al proprio modello ISEE tramite il portale web dell’INPS accedendo tramite codice PIN. In alternativa può scegliere di farselo spedire tramite posta elettronica certificata, presso le sedi territoriali competenti o tramite lo stesso ente a cui è stata presentata la DSU. In quest’ultimo caso, però, occorre che il richiedente scriva uno specifico mandato da conferire all’ente in questione. I dati dalla DSU e quindi del Modello ISEE saranno quelli del secondo anno solare precedente a quello di presentazione della DSU.