Reddito di Cittadinanza a luglio, che fine ha fatto l’accredito di 200 euro

Nel mese di luglio i percettori del reddito di cittadinanza si aspettavano il bonus 200 euro: ecco un motivo per cui può non essere arrivato

L’accredito del bonus 200 euro per i percettori del Reddito di cittadinanza era atteso proprio per il mese di luglio. Vediamo invece perché nella ricarica di luglio del Rdc non ci sarà l’indennizzo una tantum proposto dal Governo contro i rincari. In tanti infatti si stanno domandando che fine abbiano fatto i soldi del contributo.

Su tale questione c’è l’Inps che entra in gioco. Il riconoscimento dell’indennizzo non avviene infatti in maniera automatica. E’ l’Istituto che effettua dei controlli su coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza e sul relativo nucleo familiare. Ma quindi perché nella ricarica di luglio non trovi il bonus 200 euro? Il motivo è che l’aiuto non spetta.

Reddito di cittadinanza, perché manca il bonus 200 euro

Questo almeno nel caso in cui all’interno del nucleo familiare del percettore del Rdc ci sia qualche componente che ha già ricevuto il contributo una tantum, o che comunque ne abbia diritto. Si capisce dunque che potrebbe non trattarsi di un errore, ma semplicemente del fatto che l’indennizzo non spetta, perché ai percettori del reddito spetta un solo bonus 200 euro per nucleo familiare.

Inoltre, con l’attuale Governo in carica e dimissionario, le possibilità di un eventuale bonus 200 euro bis sono poco probabili. Questo per il motivo che l’Esecutivo, dopo le dimissioni presentate dal premier Draghi, si occuperà esclusivamente del disbrigo dei affari correnti