Città d’Italia, dove vivere costa davvero la metà

Ci sono città in Italia dove vivere costa davvero la metà rispetto ad altri posti. Ecco dove fare la spesa è meno costoso

La crisi economica che sta caratterizzando questo difficile anno per gran parte dei Paesi sta letteralmente segnando il futuro di intere generazioni. L’aumento dei prezzi, che ha scatenato una pesante inflazione in molti Paesi europei, ha infatti messo in pericolo i risparmi dei cittadini, colpendo in negativo il loro potere d’acquisto.

(ANSA/GIORGIO BENVENUTI)

Acquistare prodotti e servizi, pagare bollette e fare il pieno di carburante alla propria auto è diventato insostenibile un po’ in tutta Italia. Tuttavia, ci sono città dove vivere costa davvero la metà rispetto ad altri posti. Ecco dove fare la spesa è meno costoso.

Ecco in quale città d’Italia vivere costa la metà

Da gennaio 2022 in Italia si sta affrontando una grave crisi che ha prodotto un caro vita piuttosto pesante. L’inflazione, provocata dall’aumento dei prezzi del carburante, delle materie prime e dell’energia, sta pesando sul portafoglio degli italiani, che si chiedono come risparmiare. Nonostante i costi siano altissimi ovunque, esistono città d’Italia dove vivere costa la metà.

Secondo le informazioni riportate dal Mise, Milano è la città più cara d’Italia. È lì, infatti, dove fare la spesa costa molto di più. Chi acquista prodotti come carne, pesce, frutta, verdura e pane, spende circa 116€, ovvero il 17,7% in più rispetto alla media nazionale.

ANSA/LUCA ZENNARO

La città meno cara in Italia è Napoli, dove fare la spesa degli stessi prodotti appena elencati costa all’incirca il 54% in meno rispetto a Milano, la città più cara d’Italia. Oltre a Milano, sono particolarmente costose Aosta (dove fare la spesa costa in media 109,91€), Genova (107,91€), Trieste (107,29€), Bologna (105€), Firenze (104,70€), Trento (104€), Torino (103€), Roma (101,92€), Perugia (101,05€). Tra le città meno care d’Italia vi sono Palermo (86,97€), Catanzaro (79,33€) e Napoli, la meno cara con una spesa media di 75€.

Il colpo d’occhio, guardando i risultati di questi dati, suggerisce che in Italia vi è una netta differenza tra Nord e Sud per quanto riguarda il costo della spesa al supermercato. Nelle città del Nord Italia, specie in quelle della Lombardia, i costi sono evidentemente maggiori rispetto alle città del Mezzogiorno.