Bollette alle stelle, perché ora potrebbero sospendere il canone Rai

Con la crisi energetica che diventa sempre più imminente e le bollette alle stelle, ecco perché potrebbero sospendere il canone Rai

La situazione sul fronte energia inizia ad essere ogni giorno più grave. Se da un lato i cittadini stanno cercando di recuperare il tempo perduto durante i difficili anni della pandemia, dall’altro sono sempre più consapevoli delle difficoltà che ci attendono. Sarà infatti un periodo particolarmente difficile, che si accentuerà durante l’inverno.

(Ansa)

Con l’arrivo del freddo e delle bassissime temperature, infatti, i consumi energetici aumenteranno inevitabilmente. Un aumento del consumo energetico provocherebbe una crescita dei costi, ecco dunque perché con le bollette alle stelle potrebbero decidere di sospendere il canone Rai.

Ecco perché potrebbero sospendere il canone Rai a causa delle bollette alle stelle

Se qualcuno pensava che la crisi energetica sarebbe stata un momento di difficoltà particolarmente breve, purtroppo si sbagliava. Secondo le previsioni di numerosi analisti, con l’arrivo delle temperature più basse i costi in bolletta potrebbero ancora aumentare.

Si inizia a pensare, dunque, ad un ulteriore intervento del governo, il quale aveva deciso di erogare il tanto popolare bonus 200 euro, che avrebbe dovuto aiutare i cittadini ad affrontare con maggiore serenità il caro energia. Tuttavia, questo non è bastato e ora si aspettano nuove decisioni importanti che potrebbero arrivare proprio in questi giorni decisivi.

Mentre si attendono delle decisioni definitive da parte dell’esecutivo guidato da Mario Draghi, sono molte le proposte che arrivano a Palazzo Chigi. Una delle ultime arriva dal sindacato di Polizia Siulp, in cui in un comunicato ha invitato il governo ad eliminare dalla bolletta della luce la voce relativa al canone Rai. Una scelta che potrebbe durare anche solo il perdurare dell’emergenza.

GUIDO MONTANI / ARCHIVIO / ANSA

Si tratta di una voce che esprime il dovuto pagamento della “tassa sulla televisione”, la quale ammonta a 9b0€ l’anno. Per contrastare l’evasione fiscale relativa a questa tassa, il governo Renzi aveva deciso di inserire la voce direttamente in bolletta dell’energia, causando non poche polemiche.

A causa della crisi energetica e delle relative bollette alle stelle, però, il sindacato ritiene che una mossa corretta potrebbe essere la sospensione del Canone Rai, almeno per la durata dell’emergenza energetica. Ad oggi, però, non vi è ancora nessuna decisione da parte dell’esecutivo.