Centrodestra, dopo le Elezioni c’è una questione cruciale da decidere sui conti pubblici

In clima di campagna elettorale, la coalizione di Centrodestra corre come blocco unito, ma una volta eletto? Nel caso il Centrodestra dovesse vincere le elezioni dovrebbe risolvere un problema interno non da poco: la divisiva questione della gestione dei conti pubblici.

Andando a leggere i programmi del blocco di Centrodestra, non come coalizione, ma come singoli partiti, ci possiamo accorgere di una questione un po’ complessa. Ogni forza politica, da destra a sinistra, ha un suo piano per contrastare l’aumento dei prezzi. Sebbene il fine sia lo stesso, i metodi differiscono ed entrano in contrasto gli uni con gli altri. Anche all’interno del blocco di Centrodestra ci sono delle differenze di opinione a questo riguardo.

Foto ANSA Firma: Claudio Peri

Sarà qualcosa che dovrà essere risolto in fretta nel caso in cui la coalizione finisse per vincere alle elezioni del 25 settembre.

Centrodestra, dopo le Elezioni c’è una questione cruciale

A dividere il pensiero di quella che è, stando ai sondaggi, la forza dominante della politica italiana è il tema dello scostamento di bilancio. Dalla Lega, Salvini ribadisce da tempo la necessità di uno scostamento di bilancio verso misure che possano portare nuovi aiuti alle famiglie e alle imprese italiane. In questo periodo delicato e sotto il continuo stress delle spese, il leader della Lega sottolinea l’importanza di un intervento forte dello Stato per impedire fallimenti di massa e perdita di lavoro di centinaia di migliaia di persone.

Dall’altra parte si schiera Giorgia Meloni. Anch’essa consapevole che il problema del rincaro energetico sia da risolvere nel minor tempo possubile, ma con un sistema diverso. Giorgia Meloni ha basato l’intera campagna elettorale sulla prudenza riguardo i temi economici, chiedendosi a più riprese se uno scostamento di bilancio così grande (Salvini parla di 30 miliardi di euro) sia davvero vantaggioso per l’Italia o rischi di aggravare la situazione in altri punti.

Dal profilo Facebook di Silvio Berlusconi

Un’alternativa alla possibilità dello scostamento di bilancio la propone Forza Italia. In un’intervista a Il Giornale, Silvio Berlusconi ha espresso la sua preoccupazione sul tema delle bollette. La proposta dell’ex presidente del Consiglio è un fondo per il finanziamento ultra agevolato e garantito dallo Stato alle aziende distributrici di energia, a patto che queste ultime si impegnino a limitare i rincari.