Bollo auto, come puoi evitare di pagarlo. Dal prossimo anno

A partire dal prossimo anno, è possibile evitare di pagare il bollo auto: ecco tutto quello che c’è da sapere su come puoi fare.

Come già saprete, il bollo auto altro non è che una tassa regionale sul possesso di auto che solitamente viene anche chiamata tassa di circolazione. A tal proposito, non tutti sanno che è possibile evitare di pagarlo a partire dal prossimo anno.

Bollo auto

Tra le tante tasse, il bollo auto è una di quelle che raccoglie il maggior dissenso tra gli italiani.

Bollo auto, come puoi evitare di pagarlo

Non a caso, a conferma di ciò c’è il dato relativo al tasso di evasione che difatti è molto elevato. Va detto però che esistono dei casi espressamente previsti dal legislatore che escludono il contribuente dal dover pagare la tassa di circolazione. E’ il caso, ad esempio, dei veicoli destinati ai disabili, di quelli elettrici e, infine, di quelli storici. In riferimento al bollo auto disabili, l’esenzione vale nel caso dei soggetti portatori di handicap o comunque che presentano difficoltà piuttosto gravi nella deambulazione. Tale esclusione vale sia nel caso in cui il veicolo sia intestato al disabile sia che l’intestatario sia un familiare che lo assiste.

In riferimento alle auto elettriche, in alcune Regioni è stata fissata l’esenzione nel corso dei primi 5 anni a partire dall’immatricolazione. Tra quelle, in cui vige questa normativa ci sono, ad esempio, la Campania, la Basilicata, l’Emilia Romagna, la Liguria e la Valle d’Aosta. Dopo il quinquennio, i possessori di auto elettriche beneficiano di uno sconto del 75%. Infine, le auto storiche sono escluse dal pagamento del bollo anche se va fatta una distinzione tra quelle ultratrentennali e quelle ultraventennali. Nel primo caso, è prevista una totale esclusione dal pagamento dell’imposta anche se è dovuto in misura forfettaria nel momento in cui vengono fatte circolare su strade e aree pubbliche. Nel secondo caso, invece, si è soggetti al pagamento del bollo ma in misura ridotta del 50 per cento. Alla luce di quanto appena detto è importante informarsi in maniera approfondita così da capire se si rientra nelle categorie specificamente escluse dal pagamento della tassa così come previsto dal legislatore.