Bonus di 600 euro per gli effetti del Covid: attenzione a requisiti e scadenze

I danni fatti dal Covid-19 e dalle sue conseguenze sulla psiche delle persone sono molto importanti. Per questa ragione, e perché un bonus in più non fa male di questi tempi, il Governo ha confermato il bonus da 600 euro per andare dallo psicologo.

Il bonus psicologo è un’iniziativa voluta dal Governo Draghi a seguito dell’emergenza sanitaria causata dalla pandemia da Covid. Le estreme restrizioni, ignote in un paese democratico come lo era l’Italia, hanno mandato in crisi in tutti i sensi.

Foto ANSA

Non solo è stata danneggiata l’economia, ma anche la salute mentale di miliardi di italiani; sono stati in tanti quelli che si sono sentiti letteralmente perseguitati: tra green pass quasi stella ebrea alle varie, decine di restrizioni, coprifuoco e controlli della polizia, non è strano che il morale ne risenta. Per questo è stato rinnovato il bonus psicologo nel decreto Aiuti-bis, un bonus già presente con il primo decreto aiuti e che ha avuto enorme successo. Questo ha permesso e permetterà ancora di seguire delle sedute di psicoterapia a chi non ha la possibilità economica per farlo.

Bonus di 600 euro per gli effetti del Covid

Adesso che il il DL 115/2022 è stato convertito in legge è possibile avere accesso ai nuovi fondi, tramite invio dell’apposita domanda, entro il 24 Ottobre 2022. Il fondo messo a disposizione è di ben 15 milioni di euro. Il massimo ottenibile dal bonus è 600 euro, ma la cifra da erogare viene calcolata in base al valore dell’Isee, l’indicatore del reddito familiare. Più questo è basso maggiore sarà il bonus di cui beneficiare. Sono tre le fasce Isee istituite. Per redditi inferiori ai 15mila euro l’importo massimo è di 600 euro a beneficiario. Per reddito tra 15mila e 30mila si potranno ottenere fino a 400 euro, mentre per le fasce più alte tra 30mila e 50mila euro si riceveranno 200 euro.

Foto ANSA

I soldi ricevuti potranno essere utilizzati esclusivamente per il pagamento di prestazioni psicoterapeutiche e psicologiche con un costo non superiore a 50 euro a seduta. A tal proposito, in fase di conversione in legge del decreto Aiuti-bis, i fondi a disposizione del bonus psicologo sono stati incrementati di 15 milioni di euro. Serviranno per coprire nuove domande di bonus. Ricevendo il massimo, ovvero 600 euro, sarà possibile usufruire di circa 12 sedute a singola persona richiedente; a goderne sarà dunque una platea di non più di 16mila persone. Le domande devono essere inviate tramite la stessa procedura del primo bonus psicologo.