Reddito di cittadinanza, in arrivo bonus di 6 mesi per chi avvia un’attività in proprio

Arriva il bonus Reddito di cittadinanza , volto a sostenere chi inizia un’attività autonomamente. Ecco a chi spetta e come fare per richiederlo. 

Per chi si mette in proprio è in arrivo il bonus Reddito di cittadinanza , volto a sostenere chi inizia un’attività autonomamente. Il bonus consiste in sei mensilità di Rdc per chi inizia un’attività di lavoro autonomo, d’impresa o una società cooperativa entro i primi 12 mesi di fruizione dell’assegno. Il valore massimo che si può ottenere è pari a 4.680 euro, ne limite di 780 euro mensili. Il reddito di cittadinanza, del resto, non è stato pensato come un semplice sussidio ma come una misura di politica attiva del lavoro, finalizzata all’occupazione o alla rioccupazione di chi ne beneficia.

Leggi anche: Bonus sicurezza 2021, cos’è e come ottenerlo

Per ottenere l’incentivo non basta fruire del reddito di cittadinanza, ma bisogna rispettare alcune condizioni. In caso di avvio di un’attività d’impresa o di lavoro autonomo, svolta sia in forma individuale che di partecipazione, nel corso dell’erogazione del Rdc, la variazione dell’attività deve essere comunicata all’Inps entro 30 giorni dall’inizio della stessa, a pena di decadenza dal sussidio. Il reddito derivante dalla nuova attività deve essere individuato secondo il principio di cassa, come differenza tra i ricavi e i compensi percepiti e le spese sostenute nell’esercizio dell’attività.

Leggi anche: Bonus elettrodomestici 2021, cos’è e come usufruirne

A chi spetta

Il bonus è concesso ai beneficiari di Reddito di cittadinanza che avviano, entro i primi 12 mesi di fruizione del Rdc:

  • un’attività lavorativa autonoma;
  • un’attività di impresa individuale;
  • una società cooperativa.

Il beneficio è riconosciuto in un’unica soluzione ed è pari a 6 mensilità del Rdc, nei limiti di 780 euro mensili, quindi può arrivare sino a un massimo di 4.680 euro. L’importo si calcola considerando il valore dell’assegno ricevuto relativamente al mese in cui è stata avviata l’attività che dà diritto all’incentivo. L’assegno viene erogato dall’Inps in un’unica soluzione entro il secondo mese successivo a quello di presentazione della richiesta. I requisiti richiesti invece:

  • al momento della presentazione della domanda delle sei mensilità bisogna essere componenti di un nucleo familiare che sta beneficiando del RdC;
  • bisogna avere avviato un’attività autonoma o di impresa individuale o aver sottoscritto una quota di capitale sociale di una cooperativa nella quale il rapporto mutualistico abbia ad oggetto la prestazione di attività lavorativa da parte del socio;
  • bisogna non aver cessato, nei dodici mesi precedenti la richiesta, una delle attività che danno diritto al beneficio addizionale;
  • bisogna non essere parte di un nucleo familiare che ha già avuto accesso al bonus.