Bonus vacanze, chi ne ha già usufruito può fare nuova domanda?

Hai già usufruito del bonus vacanze stai pensando di richiederne un altro? Purtroppo, la Legge non prevede di usufruire di un nuovo voucher oltre quello già richiesto. 

Se ti stai chiedendo se sia possibile richiedere un nuovo voucher per usufruire del bonus vacanze, anche se ne hai già richiesto uno, la risposta purtroppo è no. Chi ha già sfruttato il voucher lo scorso anno non potrà presentare una nuova richiesta per il 2021. Il decreto Sostegni ha introdotto una proroga per l’uso fino al 30 giugno 2022, ma può accedervi soltanto chi lo ha richiesto entro la fine del 2020 e non lo ha ancora usato! Il decreto Milleproroghe aveva già prorogato la possibilità di utilizzare l’agevolazione fino al 31 dicembre 2021, data che ora slitta al 2022. Tuttavia, chi ne ha già usufruito una volta, non può utilizzarlo una seconda.

Leggi anche: Bonus condizionatore senza ristrutturare casa: i requisiti per richiederlo

Può sfruttare il bonus vacanze soltanto chi lo ha richiesto entro la fine del 2020 e non lo ha ancora utilizzato, ad esempio, la scorsa estate. Non ci sono novità invece sui tempi per le nuove domande: non può farne richiesta chi, pur avendone i requisiti, non ha inoltrato la domanda per il bonus entro il 31 dicembre 2020.

Leggi anche: Bonus sanificazione per professionisti e imprese: come funziona

Cos’è il bonus vacanze

Si tratta di un voucher fino a 500 euro spendibile per soggiorni in alberghi, campeggi, villaggi turistici, agriturismi e bed & breakfast in Italia o per pagare i servizi offerti da agenzie di viaggi e tour operator solo in ambito nazionale. Il Bonus può essere richiesto dalle famiglie con reddito fino a 40.000 euro, calcolato in base alla Dichiarazione sostitutiva unica (DSU). L’entità del voucher dipende però dalla grandezza del nucleo familiare:

  • 500 euro per nucleo composto da tre o più persone
  • 300 euro da due persone
  • 150 euro da una persona

Il Bonus Vacanze va richiesto tramite l’app IO, disponibile gratuitamente per smartphone Android e iPhone, dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 . Per fare domanda è necessario essere in possesso dell’ identità digitale, lo SPID. La famiglia riceverà un QR code da presentare alla struttura ricettiva direttamene dal telefono insieme al codice fiscale al momento del pagamento. Il Bonus Vacanze è infatti solo in formato digitale e non sarà necessario stamparlo. Le strutture che intendono accettare il Bonus Vacanze 2021 devono comunicarlo ai clienti al momento dell’accettazione della prenotazione.

Chi può usare il bonus 

Il bonus può essere utilizzato da un solo componente del nucleo familiare, anche diverso dalla persona che lo ha richiesto. Deve essere inoltre speso in un’unica soluzione, presso un’unica struttura turistica ricettiva in Italia (albergo, campeggio, villaggio turistico, agriturismo e bed & breakfast); oppure presso un’unica agenzia di viaggi o tour operator per il pagamento di servizi offerti in ambito nazionale. L’80% del bonus è fruibile sotto forma di sconto immediato, per il pagamento dei servizi prestati dall’albergatore. Il restante 20% può essere scaricato come detrazione di imposta, in sede di dichiarazione dei redditi, da parte del componente del nucleo familiare a cui viene intestato il documento di spesa del soggiorno.