Contanti, se ne prelievi troppi la tua banca potrebbe avvisare il Fisco

Attenzione a quanto prelevate dal conto corrente: anche se rispettate i limiti potreste subire un accertamento dell’Agenzia delle entrate.

Bancomat (Foto Adobestock)
Bancomat (Foto Adobestock)

Entrate ed uscite dai nostri conti bancari sono costantemente monitorati in automatico e, nel caso in cui ci siano anomalie rispetto alle nostre abitudini, potrebbe scattare un controllo. Questo è dovuto alla normativa antiriciclaggio, per evitare passaggi di denaro “sporco” che debba esser ripulito. Lo stesso vale anche per i prelievi, ma che se in questo caso entriamo in materia fiscale e non penale. A prescindere da questo rilievo, ci sono dei limiti ben definiti sul quantitativo di denaro che è possibile prendere ogni mese.

Nel corso degli ultimi 30 anni i vari governi che si sono succeduti in carica hanno progressivamente diminuito la quantità di denaro che è possibile prendere per pagare in contati. Oggi questo limite, che però sarà valido fino al 31 dicembre 2021, è di 1999,99 euro, ma dal 1° gennaio 2022 scenderà ulteriormente a 999,99 euro.

Di fatto questo porterà ad una ulteriore limitazione dell’utilizzo del contante, quindi le transazioni economiche di valore superiore dovranno essere effettuate con sistemi tracciati. Questo non comporta limitazioni di legge sul prelevamento dal conto, che normalmente viene definito dall’accordo con l’istituto bancario.

Conti correnti: il limite al prelievo

Bancomat (Foto Adobestock)
Bancomat (Foto Adobestock)

Dunque non c’è un limite di legge al prelievo di contanti, ma bisogna comunque fare attenzione, perché la banca, seguendo le normative antiriciclaggio contro la malavita organizzata, può verificare scostamenti anomali e, se venisse superata la quota di 10mila euro nello stesso mese, è obbligata a chiedere spiegazioni.

LEGGI ANCHE: Hai preso il Covid? Arrangiati perchè l’INPS non ti pagherà più la quarantena

Non necessariamente la conseguenza è il blocco delle operazioni, ma a seguito di operazioni non abitudinarie, la filiale potrebbe segnalare il superamento della soglia limite e quindi procedere, informando l’Unità di informazione finanziaria. Queste operazioni rientrano nelle Segnalazioni di Operazioni Sospette. Solo dopo un primo accertamento potrebbe poi scattare la denuncia alla Procura della Repubblica, che poi deciderà se avviare indagini.

LEGGI ANCHE: Khaby Lame: aveva perso il lavoro ma quel tempo è passato. Quanto guadagna ogni giorno, senza dire una parola, su TikTok

Ma quanto contante gira nel nostro paese? Si tratta circa del 63% del totale, per circa 208,4 miliardi di euro. questa cifra, negli ultimi anni, è calata anche per l’aumentato uso del cashless. Inoltre negli ultimi mesi sono state adottate nuove misure per incentivare l’utilizzo della moneta elettronica, come il Cashback, il Super Cashback, il credito d’imposta e la Lotteria degli scontrini