Proroga della Pace Fiscale dopo il 30 settembre, qualcosa di più di una speranza. Cosa c’è di vero

Sembra esista la possibilità di una proroga della rata del 30 settembre della pace fiscale. I contribuenti attendono con impazienza la conferma.

proroga pace fiscale

Il 30 settembre 2021 scadono i termini di pagamento per le rate relative al 2020 della rottamazione ter e saldo e stralcio. Da marzo 2020, infatti, le riscossioni sono state bloccate per evitare di pressare i contribuenti più di quanto non stesse già facendo la pandemia. Per molti contribuenti sono già di per se cifre alte da pagare, specie se consideriamo che le cartelle esattoriali di minore entità sono già state rottamate ed annullate nel corso del mese di settembre. Il 30 settembre doveva essere anche la data del pagamento per la pace fiscale, ma potrebbe darsi che ci sia una proroga ulteriore della scadenza del pagamento.

Leggi anche: George Clooney ha davvero regalato un milione di dollari a ciascuno dei suoi amici più cari. Ed il motivo è molto serio

Imprese e contribuenti che hanno aderito alla definizione agevolata hanno tempo fino al 30 settembre per finalizzare il pagamento delle 18 rate finora dovute dallo scorso anno, per il saldo e stralcio e per la rottamazione. La data del 30 settembre pende quindi come una spada di Damocle sulle teste dei contribuenti, nonostante siano previsti i 5 giorni di tolleranza sui pagamenti come per tutti le altre scadenze delle cartelle esattoriali. Anche con questo margine di tolleranza, per qualcuno che ha accumulato molti debiti col fisco, cambia poco. L’intenzione del Governo è quella di rinviare almeno il pagamento della pace fiscale, per non farla pesare sulle teste degli italiani. Le parti politiche si stanno scontrando su questo argomento, ma è importante capire che il nodo principale della questione sono le risorse che vanno utilizzare per una ulteriore proroga dei pagamenti.

Leggi anche: Fuga da ristorante per non pagare il conto. Avete 5 giorni, dice il proprietario, dopo verranno diffuse le vostre immagini

proroga pace fiscale

Per il momento non si ha nessuna certezza riguardo se e quanto lunga sarà la proroga della pace fiscale. Tuttavia è bene ricordare come l’Agenzia delle Entrate Riscossione abbia reso più semplice chiedere la rateizzazione del proprio debito: per le domande presentate entro il 31 dicembre 2021, la soglia di debito è stato alzato da 60.000 a 100.000 euro, e una volta fatta non è necessario presentare la documentazione che attesti lo stato di difficoltà economica.