Risparmiare sui costi della carta di credito, cosa puoi fare per gestire i tuoi pagamenti senza contante

Le carte di credito senza conto corrente si possono attivare? Ecco tutto quello che c’è da sapere in merito e quali sono le soluzioni alternative. carte di credito usate da altri

Parliamo di uno degli strumenti di pagamento più utilizzati per fare acquisti online e nei negozi. Si tratta di un metodo comodo, perché permette di spostare i pagamenti al mese successivo, nel caso di una carta tradizionale. Nelle altre, soprattutto le ricaricabili, la spesa viene scalata subito in automatico. La carte di credito normali hanno un plafond concesso dalla banca, un importo massimo spendibile mensilmente. Ma è possibile attivarne una anche senza avere un conto corrente? Scopriamo se si può fare.

Normalmente infatti questi strumenti di credito sono collegati ad un conto, da cui vengono poi scalati i soldi spesi. Inoltre per avere una carta servono determinati requisiti che vengono richiesti dalla banca, perché il correntista deve possedere il criterio di affidabilità creditizia. Ovviamente questo comporta un costo maggiore di gestione, ma oggi esistono alternative economiche, sempre associate ad un conto corrente online. La differenza è che in questo caso la gestione avviene tutta tramite home banking.

Come avere una carta di credito senza conto corrente

Carta di credito (foto Adobestock)
Carta di credito (foto Adobestock)

LEGGI ANCHE: Rincaro delle bollette, cosa succede se non riesci a pagarle

Le alternative sono le carte prepagate e quindi ricaricabili o le carte conto con IBAN. Le carte prepagate, come suggerisce il nome stesso, sono carte di pagamento che vengono ricaricate, di volta in volta, dell’importo scelto dal loro richiedente. Si tratta di strumenti molto comodi perché sono facili da gestire, anche per i minorenni e possono essere ricaricate facilmente.

LEGGI ANCHE: 9 euro lordi l’ora per ogni lavoratore: è iniziato lo scontro sul Salario Minimo. Ecco come andrà a finire

Invece la carte conto con IBAN sono carte simili a conti correnti, dove è possibile ricevere bonifici, accreditare stipendio e attivare la domiciliazione di una bolletta. Anche le carte conto con IBAN rappresentano una possibilità di pagamento che si contraddistingue per diversi vantaggi, come per esempio il fatto di avere un canone di gestione assente o comunque corrispondente a cifre molto basse. Per attivare e scegliere la più adatta alle proprie esigenze è possibile utilizzare un comparatore online che consente di vedere tutte le caratteristiche, i vantaggi e soprattutto i costi.