200 euro da spendere alla terme, e paga il Governo. Le domande dall’8 novembre

Il bonus terme è un dei moltissimi introdotti con il Decreto Sostegni Bis. Un voucher che permette un ingresso agevolato alle terme per risollevare il settore colpito dal coronavirus.

bonus terme 2021

Da ottobre sarà possibile usufruire del bonus terme 2021, uno dei moltissimi bonus messi in campo dal Governo con il Decreto Sostegni Bis per aiutare le attività più duramente colpite dalla crisi del Covid-19. Il bonus consiste in un voucher che consentirà di ottenere uno sconto sull’entrata in un centro termale italiano del 100% fino a un massimo di 200 euro a persona. Il voucher sarà disponibile dal 1 ottobre sull’apposita piattaforma prevista di Invitalia. Ogni voucher sarà valido per 60 giorni dalla sua emissione e ve ne saranno disponibili fino ad esaurimento fondi. I fondi stanziati per la misura ammontano a 53 milioni di euro.

Leggi anche: Camion e trasporti in crisi: ne risentiranno i generi alimentari, per prima la pasta. Cosa sta accadendo

Il bonus tuttavia non è valido in tutti i centri termali a prescindere. I centri ammessi al beneficio non devono essere già a carico del Servizio Sanitario Nazionale o altri enti pubblici perché questi sono già oggetto di ulteriori benefici. Il bonus inoltre non è cedibile a terzi, ne a titolo gratuito, ne a sotto pagamento. Questo significa che non è possibile prendere uno dei voucher e venderlo a qualcun altro. Il bonus non costituisce reddito imponibile dell’utente e non rileva ai fini del computo del valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (Isee). Il bonus terme può essere richiesto da tutti i cittadini maggiorenni residenti in Italia, senza limiti di Isee. Ogni cittadino potrà usufruire di un solo bonus per un solo acquisto.

Leggi anche: Asti, il divano è una trappola: 13 enne solo in casa muore soffocato

bonus terme 2021

Per utilizzare il bonus basta prenotare il servizio termale presso uno stabilimento accreditato, il cui elenco è disponibile sul sito internet del Ministero e di Invitalia. Lo stabilimento provvederà a rilasciare l’attestato di prenotazione che dovrà poi essere inserito nella domanda del voucher sul sito di Invitalia. Lo stabilimento provvederà autonomamente a richiedere a Invitalia il rimborso per il buono utilizzato dal cliente.