Natale, quest’anno non ridurti all’ultimo momento. Regali e consegne a rischio

Il rimbalzo della ripresa dopo la pandemia sta mettendo a dura prova i meccanismo di trasporti mondiale. Questo si traduce nel rischio che i regali di Natale non arrivino in tempo.

regali di natale in ritardo

Uno degli effetti economici più penalizzanti avuti dalla pandemia di Covid-19 è quello che ha influito sulla rete dei trasporti. Una serie di eventi che hanno come origine la pandemia hanno fatto in modo che il costo dell’energia si alzasse pesantemente, che viaggiare da un paese all’altro non fosse più così sicuro, e quando i viaggi sono ripartiti dopo la diffusione dei vaccini anti-covid, i controlli e le precauzioni sanitarie hanno reso tutto il mondo del trasporto merci molto più lento. Questo ha creato un effetto domino di problemi di cui stiamo tutti soffrendo ora e di cui continueremo a soffrire anche per qualche tempo. Intanto c’è la possibilità che i regali di Natale quest’anno arrivino in ritardo.

Leggi anche: Riforma del catasto e patrimoniale: stiamo rifacendo le mappe, dice il premier Draghi

L’incremento degli acquisti tramite internet che c’è stato durante il lockdown rischia di arrestarsi entro breve. Mentre in Italia non ci sono abbastanza camionisti per portare in giro la merce, si accumulano gli ordini presso i negozi online come Amazon, che hanno quindi bisogno di trasportare. Il Natale di quest’anno sarebbe dovuto essere all’insegna delle consegne a domicilio, visto quanto anche in Italia la gente si sia avvicinata a questo mondo, ma la complessa crisi dei trasporti rischia di mandare tutto all’aria. Non solo in Italia comunque. Il Regno Unito è la nazione che sta più soffrendo per i problemi dei trasporti di merci: non ci sono abbastanza lavoratori per le ditte di trasporti, a causa delle restrizioni imposte dalla Brexit è molto difficile far arrivare altri lavoratori da oltre i confini, e sempre per colpa della Brexit i controlli alle frontiere sono molto più lenti e le merci ne risentono.

Leggi anche: Nonostante il Covid ci sono stati più sinistri, dicono le Assicurazioni. Il costo delle polizze 2022 è destinato ad aumentare

regali di natale in ritardo

In Cina, invece, il rincaro delle materie prime energetiche ha portato gran parte delle province a introdurre un rigido sistema di razionamento energetico in risposta ai vincoli di approvigionamento, aumento dei prezzi e controlli ambientali più severi. Negli Stati Uniti molti rivenditori stanno già cominciando a fare pubblicità dei prodotti natalizi, decorazioni per la casa, costumi e molte idee regalo per Natale, per alleviare in minima parte la pressione che si troveranno a sostenere a dicembre.