Reddito di Cittadinanza, taglio del 20% già dal 27 ottobre, cosa devi sapere

Il Reddito di Cittadinanza per il mese di ottobre verrà erogato a partire dal 27 del mese o dal 15 per coloro che ricevono il sussidio per la prima volta. Per alcune categorie di beneficiari, tuttavia, ci sarà un taglio del 20 per cento.

Reddito di Cittadinanza, taglio del 20% già dal 27 ottobre, cosa devi sapere

Un decreto attuativo varato dal governo Conte nell’agosto del 2020, prevedeva, infatti, una riduzione del 20 per cento dell’assegno per tutti i precettori del reddito che entro la fine del mese non spendono l’interno importo caricato sulla carta.

Leggi anche: Reddito di Cittadinanza, revisione al ribasso dell’assegno mensile: un importo appena necessario alla stretta sopravvivenza

Per non andare incontro a sorprese, è possibile verificare il saldo attuale della carta per il Reddito di Cittadinanza contattando il numero verde gratuito 800 666 888. Dopo aver composto il numero, è necessario premere il tasto 1 e digitare le 16 cifre indicate sulla carta.

Un’altra opzione può essere verificare allo sportello Postamat, dove i beneficiari del Reddito di Cittadinanza possono prelevare contanti, nel limite di 100 euro al mese per i single e di 220 euro per chi ha una famiglia di almeno quattro persone. Infine, si può consultare il sito ufficiale redditodicittadinanza.gov.it, a cui è possibile accedere tramite Spid.

Leggi anche: Reddito di Cittadinanza non sarà come prima, nel 2022 arrivano due strette

Reddito di Cittadinanza, il rinnovo dell’Isee

Il Reddito di Cittadinanza è un sussidio che viene rilasciato in base al reddito Isee presentato e valido per tutto l’anno. Dunque, coloro che hanno ricevuto il Reddito di Cittadinanza nel 2021 con Isee del 2020, dovranno rinnovare la procedura e presentare il nuovo Isse entro il 31 dicembre 2021 per continuare a percepire il sussidio nel 2022. Inoltre, come ha ricordato l’INPS, rinnovare il proprio Isee è indispensabile per continuare ad usufruire di altre prestazioni assistenziali e bonus previsti dalla legge.

Per inoltrare la domanda, c’è una pagina apposita messa a disposizione dello stesso INPS. Richiede l’autenticazione con le credenziali Pin, Spid, carta d’identità elettronica (Cie) o carta nazionale dei servizi (Cns). È inoltre possibile presentare la domanda presso le Poste dopo il 6 di ogni mese, oppure al Caf o patronato. Infine, attraverso il portale www.redditodicittadinanza.gov.it, messo a disposizione sul sito del ministero del Lavoro.