Restano due giorni alle prenotazioni del Bonus terme. Cosa devi sapere

Bonus terme 2021, dal 28 ottobre si formerà l’elenco delle strutture aderenti presso le quali sarà possibile effettuare la prenotazione dall’8 novembre. bonus terme 2021

Dunque finalmente ci siamo. Dopo una lunghissima attesa per il decreto attuativo sarà finalmente possibile, dal 28 ottobre, richiedere il cosiddetto Bonus Terme. Si tratta di uno sconto del 100% sui servizi termali, fino a un massimo di 200 euro a persona. L’intervento è stato deciso per dare respiro ai centri, tra i più colpiti economicamente a causa della pandemia. Infatti le limitazioni sanitarie per evitare la diffusione hanno messo in ginocchio un intero settore che ha chiesto a gran voce un intervento.

In questo caso sarà possibile accedere a tutti i centri che si accrediteranno sulla apposita piattaforma Invitalia e dall’8 novembre i cittadini che vorranno sfruttare il voucher potranno contattare le strutture per le prenotazioni. In questo caso, al contrario del bonus vacanze, non sono presenti limite di ISEE da rispettare, ma vale la pena ricordare l’attesa lunga un anno, visto che la legge di conversione risale ad un anno fa.

La procedura per scaricare il voucher sarà molto semplice, visto che saranno poi i centri termali accreditati che si faranno carico di gestire l’iter di prenotazione del contributo in base alle richiesta ricevute.

Bonus terme, come funziona l’accesso al voucherbonus terme

LEGGI ANCHE: Concorso pubblico: cercano 1270 persone per un lavoro che può farti vivere tranquillo: è semplice e vogliono solo italiani

Dunque la piattaforma per la registrazione delle strutture aderenti sarà in funzione a partire dal 28 ottobre. I centri termali entreranno in una lista accreditata a cui i cittadini potranno rivolgersi per prenotare il voucher che, va ribadito, prevede uno sconto massimo fino a 200 euro, a partire dall’8 novembre 2021.

La misura, come detto, era stata introdotta dall’articolo 29 bis del 14 agosto 2020 e quindi ha impiegato ben un anno per essere operativa, visto che il decreto attuativo è stato pubblicato in gazzetta quasi un anno dopo. Questo prevede  che la struttura dovrà effettuare l’accesso alla procedura informatica tramite SPID. Sarà poi necessario inserire una serie di informazioni: dati anagrafici relativi all’ente termale, tra cui gli estremi di autorizzazione all’apertura dell’attività, dati necessari ai fini dell’erogazione dei rimborsi all’ente termale a fronte dei buoni fruiti dagli utenti.

LEGGI ANCHE: Pensioni più povere per dare soldi al Reddito di Cittadinanza ma presto questa storia finirà

Per sfruttare il voucher i cittadini interessati dovranno individuare una delle strutture aderenti presenti nell’elenco e prenotare i servizi termali. Il centro termale dovrà prenotare il contributo del bonus terme 2021 inserendo le informazioni relative alla richiesta dell’utente e inviando la prenotazione tramite la procedura informatica dedicata, sulla base delle risorse residue, il sistema messo a punto da Invitalia rilascerà un documento relativo alla prenotazione effettuata, che l’ente potrà o inviare tramite email o stampare e consegnare al cliente. il cliente avrà a disposizione 60 giorni di tempo per usarlo e dopo l’utilizzo, la struttura potrà richiedere il rimborso.