Bollo auto e ricevuta di pagamento smarrita, cosa fare

Una distrazione può essere pagata cara, soprattutto se si ha a che fare col bollo auto. Se avete perso la ricevuta di pagamento non dovete preoccuparvi, ci sono modi alternativi per dimostrare il pagamento.

Può capitare ai più distratti o disordinati di perdere delle cose importanti. In particolare la perdita di documenti può rappresentare un grosso problema quando si deve dimostrare con essi che abbiamo svolto un pagamento. Nel caso del bollo auto il problema è relativo. Vero che smarrire la ricevuta di pagamento del bollo non è cosa da poco, ma esistono dei modi alternativi con cui è possibile dimostrare di aver pagato il bollo anche senza la ricevuta. Ottima notizia per tutti, visto che altrimenti le sanzioni per la perdita della ricevuta, e quindi della possibilità di dimostrare il pagamento, sono molto pesanti.

Leggi anche: Pensioni 2022 e rivalutazioni, ecco chi avrà più soldi nell’accredito

Situazione molto comune tra chi ha una macchina di proprietà, se si è smarrito il tagliando cartaceo per il bollo auto e si è assolutamente sicuri di aver effettuato il pagamento, è possibile dimostrarlo in altri modi che non sia l’esposizione della ricevuta. Per quanto riguarda le vettura a leasing o a noleggio, sono le società proprietarie che addebitano sul conto del possessore del veicolo l’importo della tassa, quindi l’utilizzatore non deve preoccuparsi di niente. Il modo più semplice per recuperare la dimostrazione dell’avvenuto pagamento del bollo auto è tramite il sito dell’ACI, nel quale si può verificare l’esistenza di eventuali pendenze con una funzione dedicata. Anche i servizi messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, anche se non per tutte le regioni d’Italia, forniscono prova dell’avvenuto pagamento del bollo.

Leggi anche: Cashback, ora si vuole ripristinarlo con immediato rimborso sul conto corrente

Nel caso di perdita della ricevuta del bollo auto, quindi, coviene attivarsi con queste misure alternativa il prima possibile, visto quanto sono pesanti le sanzioni nel caso si venga beccati con il bollo auto non pagato, o anche solo con l’impossibilità di dimostrare il pagamento. Nel caso non si riuscisse a dimostrare il pagamento della tassa a un controllo, significa dover pagare di nuovo il bollo auto, con una maggiorazione proporzionale al tempo trascorso dalla scadenza dell’ultimo pagamento. Maggiorazione che cresce sempre di più in percentuale a seconda di quanto sia il ritardo con il pagamento non avvenuto o presunto tale.