Tagli alle tasse, ora puoi sapere quanto risparmi davvero

Riforma del fisco per abbattere le tasse? Ora è realtà. Facendo alcuni calcoli, possiamo sapere quanto risparmieremo.

La nuova IRPEF darà il via al taglio delle tasse 2022, permettendo di ottenere notevoli vantaggi per tutte le fasce di reddito. Ma, come tutte le cose, c’è chi guadagna di più e chi guadagna di meno. La cancellazione dell’aliquota al 41% fa si che si intervenga esclusivamente sulle due intermedie. Per questo, con il nuovo sistema di aliquote è possibile effettuare dei calcoli per sapere quanto si risparmierà dal 2022.

Leggi anche: Bonus 500 euro, ora è diventato legge: come puoi utilizzarlo

Della riforma del Fisco per abbattere le tasse se ne discuteva già da un po’. Infatti, lo scorso 30 giugno, le Commissioni Finanze di Camera e Senato hanno pubblicato il documento conclusivo sulla cui base è stata definita la legge-delega della riforma. In linea generali, si puntava ad un abbassamento delle tasse sul ceto medio, alla riduzione dell’Irpef, all’abolizione dell’Irap e il secondo acconto delle imposte a rate. Tra gli obiettivi abbassare le tasse sul lavoro, semplificare e rendere più agevole il rapporto tra cittadini e amministrazione finanziaria, lottare contro l’evasione fiscale, semplificazione e riduzione dell’aliquota ordinaria attualmente applicata.

Leggi anche: Cartelle esattoriali, si ricomincia. E tornano i pignoramenti

Quanto si risparmia 

Con la nuova IRPEF, si risparmia fino a 700 euro all’anno per i redditi da 28mila euro. I redditi del terzo scaglione beneficeranno di un vantaggio maggiore, secondo i dati elaborati dal MEF e ripresi dal Sole 24 Ore. Infatti, facendo i dovuti calcoli, tra i 40 e 45mila euro di reddito lordo annuo il risparmio è del 7,5% per i dipendenti, del 3,9% per gli autonomi e del 4,2% per i pensionati. Tra 35 e 40mila euro di reddito il risparmio è minore ed è pari al 5,2% per i dipendenti, al 3,1% per gli autonomi, e al 3,5% per i pensionati. Tra 45 e 50mila euro, il taglio dell’IRPEF si traduce in un risparmio del 5,5% per i lavoratori dipendenti, del 4,6% per i pensionati e del 4,3% per gli autonomi. Per i contribuenti del terzo scaglione, infine, il risparmio può superare i 700 euro all’anno.

Attualmente l’IRPEF prevede 5 scaglioni di reddito, e a ognuno viene applicata un’aliquota di tassazione che aumenta all’incrementarsi del reddito. Si prevede, invece, un’imposta sul reddito delle persone fisiche con quattro aliquote. Dunque, a beneficiare di più del nuovo sistema sarebbero soprattutto i redditi medi e bassi, in particolare ai contribuenti con redditi tra i 28.000 e i 35.000 euro e tra i 35.000 e i 40.000 euro, attualmente colpiti dalle aliquote più alte al 45% e al 61%.

Impostazioni privacy