Cambiare vita. Cosa fare per lavorare e vivere in pace alle Canarie

Immaginate di prendere baracca e burattini e trasferirvi per lavoro alle Isole Canarie. Ottimo clima, stabilità politica, agevolazioni fisali… Sembra tutto perfetto.

Quando ci si immagina di lavorare all’estero, un territorio che non salta in mente tra le prime opzioni è quello delle Isole Canarie. Locate al largo delle coste del Marocco, nell’oceano Atlantico, queste isole sono caratterizzate da un ottimo clima, mediamente piuttosto caldo tutto l’anno, delle bellissime spiagge e una interessante vita notturna. Ottime per il turismo quindi, ma non è per questo che già decine di migliaia di italiani hanno scelto proprio le Canarie per cambiare totalmente vita e andare a cercare lavoro all’estero. L’arcipelago spagnolo è infatti caratterizzato anche da una discreta stabilità al livello politico e una bassissima pressione fiscale, cosa che attira sempre gli investitori che vogliono aprire attività nella zona, ma anche possibili lavoratori, che si ritrovano con moltissime possibilità tra cui scegliere.

Leggi anche: Rendita vitalizia di 1.030 euro per le casalinghe. Quando ne hanno diritto

Caratterizzate da un clima unico in tutto il pianeta, sulle Canaria è sempre primavera. Le temperature vanno dai 18 ai 25 gradi centigradi sia in estate che in inverno, ma questo è solo uno dei moltissimi vantaggi che le 7 isole, Lanzarote, Tenerife, Gran Canaria, Fuerteventura, La Palma, La Gomera e El Hierro, hanno da offrire. Essendo situate in una regione del mondo detta, in gergo tecnico, ultra periferica, le Isole Canarie subiscono un bassisimo peso fiscale da parte dello Stato spagnolo a cui fanno rifrimento e l’intero impianto economico dell’arcipelago è studiato per favorire gli investimenti. Questo permette a piccoli imprenditori e lavoratori di trovare terreno fertile per far nascere e crescere le proprie attività i primi, e trovare opportunità di occupazione i secondi.

Leggi anche: Soldi in meno per errori di calcolo sulle pensioni, come rimediare

Le Canarie sono vantaggiose anche per quanto riguarda il costo della vita, sensibilmente inferiore rispetto all’Italia. In particolare il costo delle abitazioni è molto più basso rispetto all’Italia, non solo per il minor numero di imposte, ma anche per quanto riguarda la bollette, mediamente meno costose. Trasferirsi alla Canarie non è particolarmente complesso neanche per quanto riguarda i documenti. Essendo la Spagna parte dell’UE, i cittadini italiani (e quindi europei) non hanno bisogno di alcun Visto per trasferirsi in una delle isole: per avere accesso nel paese basta una Carta d’Identità valida.