Reddito di Cittadinanza, cosa accadrà davvero nel 2022

La ricezione del reddito di cittadinanza nel 2022 si lega alla presentazione dell’ISEE a gennaio. Ci saranno sicuramente delle modifiche rispetto all’anno precedente.

Chi percepisce il reddito di cittadinanza dovrà fare attenzione alle disposizioni che accompagneranno il sussidio nel 2022 con la presentazione del nuovo modello ISEE a gennaio. Il reddito di cittadinanza è strettamente legato alla presentazione dell’ISEE, che permette di riconoscere le persone che hanno diritto al sussidio da chi non ne ha. Il reddito di cittadinanza subirà sicuramente delle modifiche per via delle nuove regole che lo riguarderanno, ma la presentazione del nuovo ISEE potrebbe riservare qualche sopresa ulteriore. Il documento ISEE 2021 scadrà il 1 gennaio 2022 e le date entro cui dovrà essere rinnovato l’ISEE sono le stesse di sempre. Così come le stesse di sempre sono le sanzioni per gli inadempienti.

Leggi anche: Novembre: senza accorgersi di nulla ogni italiano ha perso 1000 euro

In particolare, la presentazione del nuovo documento ISEE farà avvenire anche la modifica della situazione patrimoniale e reddituale, porterà ad alcune modifiche significative in alcuni casi specifici:

  • Se il nuovo reddito supera la soglia dei 9.630,00 euro, allora il Reddito di cittadinanza decade;
  • Se l’ISEE è sotto la soglia dei 9.630,00 euro ma l’ISR è aumentato, allora avviene un ricalcolo del reddito di cittadinanza che può portare alla perdita (qualora i redditi siano superiori alla soglia che da diritto all’integrazione) o alla riduzione dell’importo mensile;
  • Se l’ISEE è sotto la soglia dei 9.630,00 euro e l’ISR è più basso allora il ricalcolo del reddito di cittadinanza porterà ad un aumento dell’importo;
  • Se tutte le voci ISEE sono invariate rispetto all’anno precedente, allora l’importo di reddito di cittadinanza resta lo stesso.

Leggi anche: Bonus edilizi, cosa succede ai tuoi soldi se l’impresa fallisce

Il rapporto così stretto tra il reddito di cittadinanza e l’ISEE è dato dal fatto quest’ultimo è lo strumento mediante il quale si calcola l’importo da dare a ogni nucleo familiare che ne fa richiesta e ne ha diritto. Al modificarsi della situazione reddituale del nucleo familiare, specificata dal documento ISEE aggiornato, avviene anche una modifica dell’importo mensile del reddito di cittadinanza.