Legge 104, i soldi stanno per finire: l’INPS bloccherà alcuni pagamenti

L’Inps potrebbe decidere di non effettuare più alcuni pagamenti. Ecco quali sono a rischio ed entro quando fare domanda

Brutte notizie per alcuni titolari della Legge 104 e i caregiver. Infatti, l’Inps potrebbe decidere di non effettuare più alcuni pagamenti. Si tratta di quelli inerenti il programma Home Care Premium, o anche HCP, Assistenza domiciliare per persone non autosufficienti. Le prestazioni di assistenza domiciliare si rivolgono alle persone non autosufficienti, con l’obiettivo di intervenire sulla loro sfera socio-assistenziale e prevenirne il decadimento cognitivo. I beneficiari hanno diritto a un contributo economico finalizzato al rimborso della spesa sostenuta per l’assistente domiciliare assunto con contratto di lavoro domestico; oppure, a servizi di assistenza alla persona erogati dagli ambiti territoriali o da enti convenzionati con l’Istituto.

Leggi anche: PostePay, ora si può ricaricare la carta istantaneamente, dal conto corrente

Il bando di concorso è pubblicato sul sito dell’Istituto, nella sezione Bandi e Avvisi Credito e Welfare. Per inviare la domanda è necessario aver presentato la Dichiarazione Sostitutiva Unica per la determinazione dell’ ISEE socio-sanitario riferito al nucleo familiare di appartenenza del beneficiario o dell’ ISEE minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi. Il valore dell’ ISEE contribuisce a determinare il posizionamento in graduatoria e l’ammontare del contributo al beneficiario e all’ambito territoriale. Nel caso di mancata presentazione di una valida DSU , la domanda sarà collocata in coda alla graduatoria degli idonei. In caso di ex aequo, si riconosce priorità al beneficiario di età anagrafica maggiore.

Leggi anche: Congedo dal lavoro per due anni, cosa succede dopo alla tua pensione

I  soggetti interessati devono provvedere a presentare apposita domanda entro il 31 gennaio 2022. Attenzione, però, perché i fondi sono limitati e il contributo economico verrà erogato fino ad esaurimento delle risorse disponibili. L’Inps potrebbe per questo decidere di bloccare l’invio di ulteriori richieste o di sospendere completamente o parzialmente la misura in questione, solo nel caso in cui dovessero mancare i fondi da destinare ai vincitori.