Bonus Terme, la proroga di cui non parla nessuno

In scandenza il 31 gennaio 2021, il Bonus Terme è stato prorogato anche per il 2022. Si allunga quindi il tempo per poter ottenere il bonus che permette di andare gratis a un centro termale.

Con tutte le proroghe di bonus e aiuti di Stato del 2021 prorogati per il 2022, la proroga del Bonus Terme è una di quelle passate più in sordina. Il Bonus previsto per aiutare le attività di centri termali e centri benessere a riprendersi dal contraccolpo della pandemia era previsto in scadenza il 31 dicembre, ma è arrivata la conferma della proroga con il decreto Sostegni Ter. La motivazione della riconferma del bonus sta nell’aumento dei contagi e nell’apparizione della variante Omicron del Covid-19, che ha aumentato le quarantene impedendo a molti di poter beneficiare del bonus una volta acquisito.

Una cosa da tenere in considerazione sulla proroga del Bonus terme è che non prevede una seconda ondata di domande. Le domande per il bonus non sono state riaperte nel 2022, la proroga si riferisce a chi ha già richiesto e ottenuto il bonus, permettendo loro di avere più tempo per utilizzarla. Ricordiamo, infatti, che il funzionamento del Bonus Terme prevede la richiesta del bonus tramite la procedura informatica accessibile tramite SPID. Una volta fatta la domanda, al richiedente sarà inviato un voucher che vale come sconto del 100% presso una delle stazioni termali aderenti all’iniziativa, per una spesa massima di 200 euro a persona. Al momento di pagare il conto al centro termale selezionato, il cliente potrà utilizzare il voucher per coprire le spese del servizio. Non è comunque possibile richiedere più di un voucher per persona. Al contrario di molti altri bonus simili, il bonus terme è per tutti, senza limiti di ISEE.

Il bonus è stato prorogato da gennaio 2022 fino a marzo 2022. Fino a marzo 2022, quindi, chi ha già ottenuto il voucher potrà utilizzarlo per andare gratis alle terme. Per tutti coloro che speravano di poter fare domanda per il bonus terme in questi giorni e utilizzarlo nel 2022, purtroppo, questa sono ormai chiuse e non si potrà mandare nessuna nuova richiesta. Chi invece ha dovuto rimandare la fruizione del servizio per qualsiasi motivo, potrà disporre di altri 3 mesi di tempo per riuscire a togliersi uno sfizio gratuitamente.