Grano, pomodori, carburanti e vetro: così l’Ucraina farà aumentate anche il prezzo di una pizza

Mentre la guerra in Ucraina continua senza sosta continua il timore per l’aumento dei prezzi: ora potrebbe aumentare anche quello di pomodori e pizza.

(ANSA/MASSIMO PERCOSSI/ROMA)

L’invasione russa in Ucraina ha preso alla sprovvista tutti i Paesi europei e gran parte degli esperti e degli osservatori geopolitici. Il violento conflitto scatenato da Putin sta infatti mietendo vittime (soprattutto tra i civili) e gettando nel caos una fetta importante dell’economia europea.

La diminuzione degli approvvigionamenti, infatti, ha fatto emergere un problema piuttosto serio, anche in Italia: l’aumento dei prezzi. I costi di energia e la mancanza di materie prime, infatti, stanno facendo aumentare i prezzi di molti prodotti e ora potrebbe aumentare anche quelli di pomodori e pizza.

Aumento dei prezzi: ecco cosa potrebbe succedere

Le materie prime hanno un costo che sta aumentando sempre di più. È possibile collegare questo aumento dei prezzi al conflitto che si sta riversando nell’est Europa. Ma a peggiorare la situazione è anche il caro energia, che ha fatto lievitare i prezzi delle bollette.

Dunque, sono aumentati i prezzi di prodotti fondamentali come grano e mais, senza dimenticare la crescita dei carburanti, con il prezzo del diesel che è cresciuto più di quello della benzina. Una situazione che, inevitabilmente, ha portato anche a scene di panico irrazionale nei supermercati, dove iniziano a mancare prodotti come farina, olio di semi di girasole e pasta.

Tuttavia, il conflitto in Ucraina potrebbe provocare l’aumento dei prezzi di un altro prodotto: la passata di pomodoro. A quanto pare, infatti, il caro energia potrebbe influire in maniera indiretta sul prezzo di questo prodotto, previsto in leggero aumento.

(ANSA/MASSIMO PERCOSSI/ROMA)

Secondo la Coldiretti, infatti, si tratterebbe di un problema del costo dell’energia che “ha coinvolto le attività produttive”. Con l’aumento dei prezzi del gasolio, necessario per le semine e il riscaldamento delle serre, infatti, il prezzo dei pomodori aumenterebbe inevitabilmente.

Ovviamente, se aumenta il prezzo del pomodoro, accadrà lo stesso anche per i prodotti che necessitano un suo utilizzo. Parliamo, infatti, della pizza. Ad oggi, non si sono registrati particolari aumenti di questo prodotto, tuttavia in molti pensano che potrebbe accadere a breve.

Ma non solo. Ad aumentare sono anche i prezzi riferiti al confezionamento. Sempre secondo Coldiretti, infatti, sono aumentati i prezzi di plastica, vetro per produrre i vasetti, il legno per i pallet e la carta utilizzata per realizzare le etichette dei prodotti.

Dunque, una situazione che, almeno per ora non è destinata a cambiare in meglio e che fa capire la complessità di quella che è l’economia mondiale.