Agenzia delle Entrate, arriva la nuova tessera sanitaria. Cosa cambia e cosa controllare

Da marzo 2022 è stata introdotta la nuova veste grafica della tessera sanitaria. Ecco cosa cambia rispetto a prima e cosa si deve controllare perché tutto sia in regola.

Come stabilito dal decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, da marzo hanno cominciato ad arrivare le nuove tessere sanitarie, con una nuova veste grafica. Queste verranno mano a mano sostituite alle vecchie in caso di sostituzione, nuova emissione o rinnovo della vecchia tessera. La prima cosa a saltare all’occhio della nuova tessera sanitaria è l’assenza del logo della Regione di appartenenza del diretto interessato. Le nuove tessere sanitarie hanno già cominciato ad essere erogate dal 1 marzo, con la modifica più importante che è l’assenza del logo della Regione, mentre per il resto non cambia molto.

I dati all’interno della tessera sanitaria saranno sempre gli stessi. Sul fronte della tessera saranno indicati il Codice Fiscale e la data di scadenza a 6 anni della carta. Poi saranno indicati cognome, nome, sesso, comune di nascita, provincia di nascita e infine data di nascita del proprietario. Nella parte posteriore saranno riportate le informazioni che contraddistinguono lo standard europeo per la Tessera europea di assicurazione malattia: banda magnetica, codice in modalità Barcode, identificazione del modulo, uno spazio che rimarrà vuoto, la sigla di identificazione dello Stato che ha rilasciato la tessera (IT), dati di identificazione personale del proprietario (gli stessi indicati sul fronte della tessera), numero di identificazione dell’istituzione (il codice a 6 cifre che identifica l’isituzione elargente, 500001) e la denominazione dell’isitituzione stessa (Ssn-Min Salute). Infine viene inserito il codice identificativo del documento (in cui compare il codice della Regione di appartenenza).

La nuova tessera sanitaria sarà erogata ai cittadini che richiedono una nuova tessera sanitaria o che rinnovano quella vecchia. Questo nuovo formato andarà a sostituire in toto quello vecchio.