Sconto per le bollette di luce e gas, non farti illusioni, prima di chiederlo controlla l’ISEE

Si attende un sostanzioso sconto per le bollette di luce e gas ma, prima di cantare vittoria, dovresti controllare il tuo ISEE

(ANSA/LUCA ZENNARO/GENOVA)

Il caro energia ha portato ad una vera impennata dei pezzi delle bollette, in particolare di quelle riferite a luce e gas. Un incremento sostanziale che ha provocato non pochi problemi alle tasche dei cittadini italiani, già pesantemente colpite dal caro carburanti.

Tuttavia, il governo sembra deciso ad intervenire per ammortizzare l’impatto economico, soprattutto per le famiglie più in difficoltà. Si attende, infatti, un sostanzioso sconto per le bollette di luce e gas ma, prima di cantare vittoria, dovresti controllare il tuo ISEE.

Sconto per le bollette di luce e gas, ma controlla prima l’ISEE

Per affrontare l’incredibile aumento dei costi dell’energia, il governo ha messo a punto un provvedimento che mira a sostenere i cittadini più in difficoltà con i pagamenti. Provvedimento che ha visto un ulteriore ampliamento volto a includere anche alle aziende.

Si tratta del bonus sociale, che dà la possibilità di rateizzare le bollette di luce e gas riferite ai consumi di maggio e giugno 2022. Grazie a questo provvedimento, quindi, milioni di famiglie (circa 5,2 milioni) potranno ottenere un considerevole aiuto economico per affrontare la crisi.

Tuttavia, lo sconto per le bollette di luce e gas potrà essere usufruito da una platea ben definita. Per ottenere l’agevolazione, infatti, è necessario soddisfare alcuni requisiti di reddito.

(ANSA/LUCA ZENNARO/GENOVA)

Il tetto Isee fissato per ottenere il bonus, infatti, ammonta a 12mila euro l’anno. Oltre questa soglia, infatti, non sarà possibile ottenere l’agevolazione e rateizzare dunque le bollette dei due mesi di riferimento.

Per ottenere l’agevolazione, dunque, non è necessario fare una richiesta specifica. È sufficiente, quindi, aver presentato la dichiarazione sostitutiva unica (Dsu), che servirà a dimostrare la condizione di disagio economico in cui versa il nucleo familiare in maniera automatica.

Se non si è ancora presentata la Dsu, è possibile farlo collegandosi al portale MyInps. Attraverso il sito web, infatti, si potrà usare il servizio per l’Isee precompilato, oppure chiedere consulenza ad un Caf. Sarà, l’Inps a selezionare i nuclei familiari considerati idonei alla ricezione del bonus bollette luce e gas.