Reddito di Cittadinanza, arrivano soldi extra. E non devi neanche chiederli

Arrivano finalmente buone notizie per coloro che ricevono il Reddito di Cittadinanza. Per alcuni di loro sono previsti soldi extra, e non c’è nemmeno bisogno di chiederli

(Ansa)

Dopo le pessime notizie sul fronte economico e finanziario riguardanti il nostro Paese, arriva finalmente una buona notizia. Molti dei contribuenti che ricevono il Reddito di Cittadinanza, infatti, riceveranno soldi extra. Un’occasione unica per mettere da parte delle risorse e rientrare nelle spese dei mesi precedenti.

Si tratta, infatti, di una possibilità prevista per molti di coloro che ricevono il sussidio fortemente voluto dal Movimento 5 Stelle. Chi ha figli a carico, infatti, riceverà degli importi extra già da questo mese. Ecco, dunque, di cosa stiamo parlando.

Reddito di cittadinanza, arrivano i soldi extra

A partire dal mese di marzo, è stato erogato dall’INPS il tanto acclamato assegno unico. Si tratta di un contributo economico stanziato e pensato per quelle famiglie con figli a carico e che necessitano di un sostegno economico. Coloro che sono beneficiari del reddito di cittadinanza non dovranno fare alcuna richiesta per ricevere l’incentivo.

Con un comunicato stampa diffuso il 15 marzo 2022, l’INPS ha dichiarato che “i beneficiari del sussidio riceveranno gli importi dell’assegno unico di marzo soltanto a partire da aprile, insieme alla relativa mensilità del sussidio”. Questo vuol dire che, coloro che ricevono il reddito di cittadinanza vedranno arrivare l’assegno unico, insieme agli importi del RdC solo da aprile.

(Ansa/ Reggio Calabria)

L’assegno unico universale è un contributo pensato per le famiglie con figli a carico. Si tratta di un assegno base pari 175€ al mese, per le famiglie con un solo figlio ed un ISEE fino a 15 mila euro. La cifra dell’importo, infatti, viene calibrata in base a Isee familiare, figli con disabilità e madri con un’età inferiore ai 21 anni.

Coloro che vogliono fare richiesta ne hanno la possibilità a partire dal 1° gennaio 2022, mediante gli istituti di patronato e direttamente all’INPS. Per coloro che, invece, percepiscono il reddito di cittadinanza, non vi è alcun bisogno di fare domanda, in quanto l’assegno verrà erogato in maniera automatica. Coloro che ricevono il sussidio per la prima volta riceveranno la ricarica a partire dal giorno 15.