Reddito di Cittadinanza, c’è una brutta sorpresa con i prossimi pagamenti

Conseguenze sul reddito di cittadinanza per i nuovi calcoli dell’importo. La scrupolosità del Governo farà si che l’importo si modifichi per alcuni beneficiari.

A partire dall’inizio del 2022 sono cominciati a cambiare i modi in cui il Fisco procede nei suoi controlli. Le molte truffe occorse con i bonus e i sussidi negli anni passato hanno portato lo Stato ad intensificare i controlli su chi percepisce determinati aiuti da parte dello Stato stesso. Ad occuparsi di questi controlli è l’INPS, e questo farà si che alcuni aspetti della nostra vita ne vengano intaccati. Il maggiore di questi è l’importo del reddito di cittadinanza, che già ad aprile subirà una riduzione proprio in virtù dei nuovi controlli effettuati e della nuova modalità di calcolo dell’importo del sussidio.

Da gennaio 2022 il calcolo dell’importo del Reddito di Cittadinanza tiene conto anche di eventuali ulteriori aiuti e sussidi di Stato che il nulceo familiare percepisce, comprese prestazioni assistenziali come la maggiorazione sociale e la Quattrodicesima. La conseguenza di queste modifiche è stata specificada dall’INPS stessa, che tramite un messaggio di marzo 2022, in cui viene detto che alla mensilità di marzo del reddito di cittadinanza, pagata ad aprile, sarà applicato un conguaglio per alcuni beneficiari. Questo conguaglio viene applicato in virtò dell’importo maggiore ricevuto a febbraio per la mancata applicazione dei nuovi calcoli dovuti a partire da gennaio 2022. A causa di questa mancanza, per cui per la mensilità di febbraio non sono stati applicati all’equazione per il calcolo dell’importo del reddito di cittadinanza anche eventuali altre prestazioni assistenziali dei beneficiari, alcuni dovranno rientrare dei soldi in più ricevuto con la mensilità successiva.

L’INPS spiega che questo debito di alcuni beneficiari con l’ente sarà pagato con dei conguagli rateizzati su diverse mensilità del reddito di cittadinanza. Comunque sia verrà calcolato un importo minimo del reddito in caso di conguagli negativi superiori all’importo della rata stessa. I tagli previsti sono particolarmente importanti soprattutto per coloro che percepiscono la Quattrodicesima sulle prestazioni pensionistiche. Questa non veniva contata per il totale dell’importo del reddito di cittadinanza fino al 2022, mentre adesso sì. Sono anche altre le prestazioni che influiscono sul nuovo calcolo del reddito, ma ci si concentra soprattutto sulla Quattrodicesima, essendo questa la più comune.