Fine dell’attesa: 10 minuti di ritardo e ti devono ridare i tuoi soldi

Basteranno solo 10 minuti di ritardo per richiedere e ottenere il proprio diritto di riavere i rimborsi. Ecco come.

Arrivano buone notizie (anzi ottime) per gli automobilisti che, per svariate cause, resteranno bloccati e perderanno tempo prezioso. Finalmente, infatti, per loro sarà disponibile riottenere i soldi indietro in queste problematiche evenienze.

(Ansa/Luca Zennaro/Genova)

Basteranno solo 10 minuti di ritardo, infatti, per richiedere e ottenere il proprio diritto a riavere i rimborsi del pedaggio autostradale. Gli automobilisti e i lavoratori su veicoli stradali, infatti, potranno ricevere rimborsi automatici dal 25% al 100% del pedaggio autostradale in caso di code e lavori in autostrada. Ecco di cosa si tratta e come funziona.

Rimborsi del pedaggio autostradale in caso di ritardi

Gli automobilisti che saranno bloccati in autostrada a causa di code potranno ricevere un rimborso del pedaggio autostradale che va dal 25% al 100%. Una possibilità che sarà concreta nel momento in cui i ritardi saranno superiori a dieci minuti. SI tratterà di pagamenti automatici e non ci sarà bisogno di alcuna documentazione.

Sono queste le caratteristiche fondamentali del “cashback con targa” appena partito. Un’opzione pensata per quegli automobilisti su autostrada che potrebbe essere penalizzati da potenziali disagi causati da cantieri aperti su tutta la rete autostradale italiana.

In questi mesi, infatti, le autostrade italiane sono ricche di cantieri, per via della rivalutazione dei viadotti, accelerata soprattutto dopo la strage del ponte Morandi. Tuttavia, il grande numero di cantieri spesso rallenta il normale traffico, causando code (anche chilometriche) e, inevitabilmente ritardi anche pesanti per gli automobilisti e i lavoratori su strada.

(Pixabay)

Proprio per questo, saranno previsti dei rimborsi dal 25% al 100% per gli automobilisti che viaggiano su tutta la rete autostradale, dopo la sperimentazione partita a settembre solo per alcune tratte. Il cashback con targa consisterà quindi in un pagamento automatico che verrà autorizzato subito dopo i 10 minuti di ritardo.

Non sarà necessario compilare alcun modulo o fare alcuna richiesta. Per accedere al rimborso, infatti, basterà scaricare l’applicazione “Free To X” e inserire i propri dati, oltre alla targa della propria vettura. Inoltre, sarà necessario inserire il proprio iban in modo da ricevere i pagamenti automatici previsti dal rimborso.