Diritto ad aere la residenza, così l’occupazione abusiva diventa un vantaggio

La mozione presentata dalla giunta guidata sul diritto alla residenza dal sindaco di Roma fa discutere tantissimo. Il centro-destra: “Follia illogica”.

L’ultima decisione del Pd ha causato tantissime polemiche a Roma. La giunta dem guidata dal sindaco Roberto Gualtieri riguarda le case occupate fa davvero discutere. In pratica gli abusivi avranno diritto alla residenza, oltre che ad una lunga lista di ulteriori benefit.

La mozione è stata presentata all’inizio della settimana e verrà approvata martedì prossimo, 10 maggio, o almeno questa è la speranza della giunta. L’intenzione è quella di tutelare il “diritto alla residenza” di minori, anziani e invalidi. Si tratta di una situazione che riguarda almeno 12mila persone, fra coloro che pagano affitti in nero o che sono ospiti da qualcuno senza poter dimostrare il legittimo possesso dell’immobile.

Ovviamente la questione ha fatto discutere molto, con il centrodestra che è adiratissimo, perché la giunta Gualtieri ha intenzione di varare un provvedimento che ha tutta l’aria di essere un’agevolazione per gli abusivi. La giunta si ispira al modello palermitano del sindaco Leoluca Orlando nel 2020. Non si assicura infatti solamente la residenza agli occupanti, ma questi ultimi vedranno anche semplificato l’accesso a beni come gas, acqua e luce, ma anche all’istruzione per i propri figli.

Diritto alla residenza, subito i primi contrasti

A detta del consigliere pd Yuri Trombetti, si tratta solo di “dare alle persone la dignità e alle persone di accedere ai servizi educativi, sanitari e sociali”. Un provvedimento concreto, quindi, per tutelare le famiglie in difficoltà, e non un atto ideologico. Di tutt’altro avviso appunto il centrodestra con l’esponente di Fratelli d’Italia Andrea De Priamo. Egli sostiene: “Il Pd comincia a pagare dazio per l’appoggio elettorale ricevuto dai centri sociali”.

Insomma tante polemiche già da ora per quello che è stato definito “l’ennesimo regalo agli occupanti” dal leghista Fabrizio Santori. Per la destra insomma garantire a chi occupa abusivamente la possibilità di attivare utenze e accedere a bonus e servizi è una follia illogica.