Poste, come riavere i tuoi soldi se ti rubano la pensione

A tutti può capitare di rimanere vittima di un furto; a volte può capitare anche con la pensione. Cosa fare in questo caso?

Essere vittima di un furto non è certo una situazione ideale ma, purtroppo, può capitare a tutti. Più vulnerabili possono essere le persone anziane e più avanti con l’età. In quel caso ecco che potrebbe anche succedere che ad essere rubata sia la preziosissima pensione.

Si tratta di un furto per il quale non tutti sanno bene come agire. Se doveste diventare vittime di un furto della vostra pensione fortunatamente esiste una facile soluzione per riottenere le somme rubate illecitamente: basta presentare un reclamo alle Poste Italiane e in questo articolo vi spiegheremo passo passo come farlo.

Quando a ritirare la pensione allo sportello postale è lo stesso anziano, può capitare che dei malintenzionati tentino il furto delle somme ritirate, essendo il target della rapina un soggetto considerato più fragile. I furti agli anziani sono una piaga che prende sempre più campo in Italia e che si sta cercando di combattere in maniera sempre più decisa.

Nel caso di furto della somma erogata dall’INPS per la pensione mensile è possibile riottenere le somme illecitamente rubate presentando un semplice reclamo presso le Poste Italiane, basta seguire pochi passi da compiere per risolvere il problema.

Furti pensioni alle Poste: come riottenere le somme rubate

La prima precauzione da prendere, raccomandata dalle stesse Poste Italiane, è di non recarsi mai da soli agli sportelli delle poste al momento del ritiro della pensione. In teoria l’ufficio postale è un luogo pubblico solitamente affollato, ed è quindi più facile sentirsi al sicuro.

Tuttavia è proprio tra la folla che i malintenzionati potrebbero nascondersi, tentando azioni anche violente; per questo è bene non recarsi mai in solitaria allo sportello. Inoltre una grande rassicurazione giunge proprio da Poste Italiane.

La compagnia postale nazionale ha annunciato di aver firmato un accordo assicurativo per coprirsi e coprire a loro volta i pensionati da furti o atti violenti nei loro confronti. Questa misura precauzionale potrebbe essere introdotta a breve anche nelle banche, ma presenta alcune limitazioni.

Per richiedere il risarcimento a Poste Italiane in caso di furto della pensione presso i propri sportelli, è necessario inviare una richiesta di risarcimento alle Poste, ma ecco la limitazione: il risarcimento massimo è fissato a 700 euro.

Per questo è consigliabile ritirare allo sportello un massimo di 700 euro. Inoltre entro tre giorni dall’accaduto è necessario presentarsi presso un istituto di Polizia per sporgere denuncia del furto. La copia della denuncia è fondamentale e va presentata insieme alla richiesta di risarcimento alle Poste.