Reddito di Cittadinanza, ora vogliono pagarlo in voucher

Si fa strada l’ipotesi che aprirebbe le porte al pagamento del reddito di cittadinanza in voucher. Ecco cosa sappiamo ad oggi

Il momento difficile che stiamo vivendo ha provocato problemi economici per moltissime famiglie italiane. Una situazione che ha fatto aumentare le richieste di Reddito di Cittadinanza da parte di molti nuclei familiari particolarmente in difficoltà. Ma il sussidio fortemente voluto dal Movimento 5 Stelle potrebbe vedere a breve un’importante novità.

(Pixabay)

Si apre, infatti, la possibilità che prevede il pagamento del Reddito di Cittadinanza mediante l’erogazione di voucher. Un metodo chiesto con forza dalla Lega e che potrebbe quindi portare in auge nuovamente uno strumento particolarmente criticato in passato, con alcune novità. Ecco quali.

Reddito di Cittadinanza pagato in voucher, ecco perché

Da giorni, il leader della Lega, Matteo Salvini, ha ripreso a discutere con forza sul tema del Reddito di Cittadinanza. Secondo Salvini, infatti, bisognerebbe prendere in considerazione il ritorno alla strumentazione dei voucher, o comunque una forma di prelievo che li preveda.

Continuano, infatti, le critiche del leader leghista riferite al beneficio economico pensato per sostenere le famiglie italiane più in difficoltà. Secondo Salvini, infatti, “Il Reddito di cittadinanza va rivisto completamente, crea lavoro nero, non crea crescita e sviluppo”.

Secondo la lega, infatti, andrebbero fatte modifiche importati ad uno dei sussidi più utilizzati e diffusi nel nostro Paese. Ed è per questo che si torna a prendere in considerazione fortemente l’utilizzo del voucher i quali, almeno secondo quanto dichiarato dal senatore leghista, “darebbero lavoro a 100 mila ragazzi, perché sarà una stagione turistica eccezionale”.

Non è della stessa opinione il Ministro del Lavoro, Andrea Orlando, secondo cui il problema di molti imprenditori che non riescono a trovare personale (soprattutto stagionale) non riguarda il reddito di cittadinanza. Secondo il ministro, infatti, andrebbero modificati gli incentivi sul lavoro, potenziando i finanziamenti mirati all’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro.

Non si placano, dunque, le polemiche relative al reddito di cittadinanza, con la Lega che ha assunto posizioni molto critiche rispetto al sussidio voluto dai 5 Stelle. Si attende, quindi, l’incontro tra il leader del partito, il ministro del Lavoro, Orlando, e i sindacati per discutere la possibilità della reintroduzione, o meno, dei voucher.